dalla Home

Motorsport

pubblicato il 8 marzo 2010

WTCC: Tarquini colpisce ancora

Il campione in carica vince gara 2 e si porta in testa alla classifica

WTCC: Tarquini colpisce ancora

Gabriele Tarquini chiarisce subito che, anche se la Seat ha deciso di non proseguire in forma ufficiale, chi vorrà conquistare lo scettro di campione del WTCC dovrà vedersela con lui. Approfittando anche di qualche incidente nelle prime fasi della corsa, il pilota italiano è andato a conquistare il successo di gara 2 a Curitiba, portandosi subito in vetta al campionato, a pari punti con Yvan Muller.

Nell'arco delle prime due curve infatti si sono autoeliminati il poleman Tom Coronel, entrato in collisione con Robert Huff, ed il tre volte campione Andy Priaulx, uscito con molti danni da un contatto proprio con Tarquini. A metà del primo giro quindi il portacolori di casa Seat si è ritrovato in terza posizione e nell'arco di un paio di tornate è riuscito a portarsi al comando, scavalcando prima Augusto Farfus e poi il compagno di squadra Jordi Gene, che ha completato una bella doppietta per la casa di Martorell.

Successivamente Farfus si è dovuto arrendere anche alle tre Chevrolet, scivolando fino al sesto posto. Sul terzo gradino del podio, dunque, è salito Alain Menù, precedendo le vetture gemelle di Yvan Muller ed Huff. Il quarto posto non è bastato al francese per rimanere in testa alla classifica in solitaria, visto che è lo stesso piazzamento che aveva ottenuto Tarquini in gara 1: entrambi infatti sono a quota 37 punti.

Chiudono la zona punti le Seat di Tiago Monteiro, Michel Nykjaer (primo degli esordienti) e Norbert Michelisz e la BMW di Sergio Hernandez, che la spunta nella classifica riservata ai piloti indipendenti.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport , Seat , piloti , wtcc


Top