dalla Home

Attualità

pubblicato il 6 marzo 2010

Salone di Ginevra: voglia di Concept car

Un pieno di creatività a cominciare dagli storici Carrozzieri italiani

Salone di Ginevra: voglia di Concept car
Galleria fotografica - Salone di Ginevra 2010: vota la ConceptGalleria fotografica - Salone di Ginevra 2010: vota la Concept
  • Audi A1 e-tron - anteprima 1
  • Bertone Pandion - anteprima 2
  • Citroen Survolt   - anteprima 3
  • Hyundai i-flow - anteprima 4
  • I.DE.A Sofia - anteprima 5
  • Italdesign Giugiaro Proton Emas  	   - anteprima 6

Il Salone di Ginevra è storicamente, assieme a Parigi e all'ormai estinto Salone di Torino, la sede preferita da designer, carrozzieri e centri stile per presentare le concept più ardite e fantasiose, prefigurazioni affascinanti e a volte utopiche dell'auto di domani. A questa tradizione non si è certo sottratta l'edizione 2010, forte di una folta schiera di prototipi, concept, show car e dream car svelate per la prima volta da piccoli atelier o grandi costruttori.

Limitandosi esclusivamente alle proposte più futuribili, estrose o lontane dalla produzione di serie si può già stilare un breve elenco di vetture candidate al titolo di più interessante concept del Salone, il tutto sulla base del più libero gusto personale. Ad aprire le danze ci permettiamo di invitare la Bertone Pandion, spettacolare esempio di linee mozzafiato, dettagli "caotici" e forme inconsuete offerte dalla matita di Mike Robinson sulla base di una Maserati GranTurismo con motore Alfa Romeo V8.

Il ritorno in grande stile della nota firma torinese è accompagnato dall'altrettanto importante presenza di Pininfarina, a Ginevra con la 2uettottanta. Il concept statico si ispira al leggendario Duetto degli anni Sessanta per ipotizzare un'Alfa del centenario destinata a preannunciare la prossima spider del Biscione. Sempre in tema di design italiano emerge nel novero delle dream car ginevrine anche la I.DE.A Sofia, una berlina filante dalla silohuette aggraziata e con una bella immagine concreta da 4 porte grintosa.

Stilisticamente non troppo lontane da un ipotetico futuro produttivo appaiono anche la spider ibrida Peugeot SR1 e la compatta elettrica Seat IBE Concept, entrambe contraddistinte da forme compatte e ben definite. Forse ancor più vicina alla realtà dei prossimi anni è l'Audi A1 e-tron, una A1 elettrica "range extended" dotata di motore Wankel che genera energia per le batterie. Ancora oltre si è spinta Italdesign Giugiaro, che per la malese Proton ha realizzato il trittico di "range extended" cittadine Emas, Emas Country ed Emas3 dalle forme razionalmente compatte e dal propulsore ibrido plug-in di Lotus Engineering.

Lo stesso tema dell'auto elettrica per 4 persone è stato affrontato con piglio deciso dalla finlandese Valmet Automotive, che con la sua Eva ha suscitato un buon interesse fra i visitatori del Palexpo. Grande sorpresa e sensazione l'ha destata anche la Citroen Survolt, concept di una coupé elettrica dall'impostazione decisamente corsaiola. Un impatto visivo ancor più forte lo crea la Hyundai i-flow, futuribile show car ibrida 4 porte e 4 posti realizzata presso il centro stile tedesco di Rüsselsheim e presentata come una "scultura fluida" su ruote.

130 voti Sondaggio

Salone di Ginevra 2010, vota la Concept più interessante:

Valmet Automotive Eva

Valmet Automotive Eva

  
1%
Seat IBE

Seat IBE

  
2%
Pininfarina 2ueottantotto

Pininfarina 2ueottantotto

  
43%
Peugeot SR1

Peugeot SR1

  
6%
Italdesign Giugiaro Proton Emas

Italdesign Giugiaro Proton Emas

  
3%
 I.DE.A Sofia

I.DE.A Sofia

  
3%
Hyundai i-flow

Hyundai i-flow

  
2%
Citroen Survolt

Citroen Survolt

  
8%
Bertone Pandion

Bertone Pandion

  
21%
Audi A1 e-tron

Audi A1 e-tron

  
6%

 

Autore:

Tag: Attualità , ginevra , car design , auto elettrica , auto ibride


Top