dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 marzo 2010

Bugatti al Salone di Ginevra

Due esemplari unici di Grand Sport e la Galibier concept

Bugatti al Salone di Ginevra
Galleria fotografica - Bugatti C16 Galibier al Salone di GinevraGalleria fotografica - Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra
  • Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra - anteprima 1
  • Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra - anteprima 2
  • Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra - anteprima 3
  • Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra - anteprima 4
  • Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra - anteprima 5
  • Bugatti C16 Galibier al Salone di Ginevra - anteprima 6

Pur non portando anteprime assolute al Salone di Ginevra 2010, Bugatti ha colto l'occasione per presentare un paio di speciali Veyron Grand Sport e la 16C Galibier Concept, già mostrata ad un ristretto numero di clienti nel settembre del 2009. Le due Bugatti Veyron 16.4 Grand Sport mostrate nello stand ginevrino servono a chiarire le possibilità offerte dalla lavorazione artigianale ed extra-lusso della Casa di Molsheim. Entrambi gli esemplari unici sono il frutto di una paziente opera di personalizzazione richiesta da due facoltosi acquirenti in vena di esclusività e in grado di sborsare più di un milione e mezzo di euro.

La più appariscente di queste "customizzazioni" ufficiali spicca per lo schema bicolore realizzato con parti in fibra di carbonio di colore Royal Dark Blue e pannelli carrozzeria in tinta Arctic White. La splendente superficie in carbonio blu comprende il cofano anteriore, la parte bassa della scocca e tutto il posteriore. Anche le prese d'aria e le griglie, a esclusione del radiatore, sono dipinte dello stesso blu e fanno da contrasto con le parti laterali e i parafanghi anteriori bianchi. Tappo del serbatoio e parte interna delle ruote con disegno a fero di cavallo non sfuggono al trattamento Royal Dark Blue, come gli interni che propongono metri quadri di pelle blu con cuciture bianche. Questo esemplare unico è costato al suo proprietario 1,65 milioni di euro.

Il secondo pezzo unico si caratterizza per la suddivisione orizzontale delle tinte, con la fibra di carbonio di colore grigio scuro nella parte superiore e l'alluminio lucidato in quella inferiore. I cerchi in lega hanno le razze interne verniciate in ebano perlato e quelle esterne rifinite con lavorazione diamantata. Più uniforme è il tono degli interni, rifiniti in pelle bianca e grigio chiaro. Il prezzo pagato per questa Grand Sport unica al mondo è di 1,75 milioni di euro.

Oltre ad annunciare la consegna di 50 Veyron nel 2009 (230 dall'inizio della produzione), la Bugatti ha portato alla serata di presentazione del Gruppo VW una seconda versione della concept 16C Galibier, la possibile futura 4 porte del marchio franco-tedesco. La verniciatura in tinta unica scura dona una nuova grinta a quella che potrebbe diventare la più potente e veloce berlina del mondo, qualora se ne prevedesse la produzione in serie. Il motore è il noto il 16 cilindri a "W" da 8 litri e 1.001 CV, qui in versione flex-fuel che può funzionare anche con etanolo.

Galleria fotografica - Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di GinevraGalleria fotografica - Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra
  • Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra - anteprima 1
  • Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra - anteprima 2
  • Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra - anteprima 3
  • Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra - anteprima 4
  • Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra - anteprima 5
  • Bugatti Veyron Grand Sport al Salone di Ginevra - anteprima 6
Galleria fotografica - Bugatti al Salone di Ginevra 2010Galleria fotografica - Bugatti al Salone di Ginevra 2010
  • Bugatti al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 1
  • Bugatti al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 2
  • Bugatti al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 3
  • Bugatti al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 4
  • Bugatti al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 5
  • Bugatti al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Bugatti , ginevra


Top