dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 4 marzo 2010

Hyundai i-flow

La prima scultura fluida con propulsore ibrido

Hyundai i-flow
Galleria fotografica - Hyundai I-FlowGalleria fotografica - Hyundai I-Flow
  • Hyundai I-Flow - anteprima 1
  • Hyundai I-Flow - anteprima 2
  • Hyundai I-Flow - anteprima 3
  • Hyundai I-Flow - anteprima 4
  • Hyundai I-Flow - anteprima 5
  • Hyundai I-Flow - anteprima 6

L'I-Flow, protagonista dello stand Hyundai al Salone di Ginevra, è una showcar di segmento D (lunghezza 4.780 mm, larghezza 1.850 mm e 1.420 mm di altezza) che prefigura le forme dell'erede della Sonata, ovvero la futura i-40.

Ideata nel centro stile di Rüsselsheim in Germania - come la iX35 - la quattro porte coreana nasce da un concetto astratto e affascinante denominato - dagli stessi designer che l'hanno disegnata - "fluidic sculpture" a causa delle linee morbide e sinuose che le donano un impressione di movimento, anche da ferma. Ma L'i-flow non è solo "scena", infatti il concept Hyundai è dotato di una tecnologia all'avanguardia costituita da materiali leggeri per ridurre il peso e da pannelli solari per massimizzare l'efficienza energetica, il tutto sviluppato in collaborazione con l'azienda chimica "Basf".

Sotto il cofano di questo concentrato di tecnologia batte un cuore ibrido, costituito da un propulsore diesel di 1,7 litri di cilindrata con turbocompressore a doppio stadio abbinato ad una batteria al Litio e Polimeri, mentre per il cambio si è optato per un doppia frizione con sei rapporti.

Galleria fotografica - Hyundai al Salone di Ginevra 2010Galleria fotografica - Hyundai al Salone di Ginevra 2010
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 1
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 2
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 3
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 4
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 5
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2010 - anteprima 6

Autore: Francesco Donnici

Tag: Prototipi e Concept , Hyundai , car design


Top