dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 2 marzo 2010

Audi A8 hybrid

Anche l'ammiraglia si fa ibrida con il 2.0 TFSI da 211 CV

Audi A8 hybrid
Galleria fotografica - Audi A8 hybridGalleria fotografica - Audi A8 hybrid
  • Audi A8 hybrid - anteprima 1
  • Audi A8 hybrid - anteprima 2
  • Audi A8 hybrid - anteprima 3
  • Audi A8 hybrid - anteprima 4

Con la presentazione al Salone di Ginevra della Audi A8 ibrida derivata dalla nuova A8 si può dire che tutte le ammiraglie tedesche - BMW Serie 7 ActiveHybrid e Mercedes Classe S 400 Hybrid - possono ormai competere alla pari.

La rinnovata berlina di Ingolstadt in versione ibrida, presentata allo stato di concept, ma praticamente pronta per il lancio commerciale, sarà la "più downsized" delle tre: il motore è il quattro cilindri 2.0 litri TFSI da 211 CV e 350 Nm che già equipaggia A4, A5 e Q5, ed è accoppiato ad un motore elettrico da 45 CV e ben 211 Nm che porta così la potenza e la coppia totale del sistema a 245 CV e 480 Nm. Le batterie sono invece al litio, alloggiate in uno scomparto ricavato da parte del bagagliaio, che così perde 110 l di capacità, da 510 a 400.

L'architettura della A8 hybrid è full hybrid, cioè può muoversi solo attraverso la propulsione elettrica per 2 chilometri e fino ad una velocità massima di 65 km/h e grazie all'assistenza del motore elettrico alloggiato fra il propulsore e il cambio automatico a 8 rapporti ha pestazioni piuttosto brillanti: accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 235 km/h, consumando 6,2 litri di carburante ogni 100 km ed emettendo 144 g/km di CO2.

La stessa tecnologia verrà utilizzata anche per la Q5 Hybrid, in arrivo entro la fine dell'anno.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Audi , auto ibride


Top