dalla Home

Curiosità

pubblicato il 26 febbraio 2010

A spasso con la Nissan Cube

"Vacanze Romane" e interviste per la nipponica dalle forme esuberanti

A spasso con la Nissan Cube
Galleria fotografica - Nissan Cube per le strade romaneGalleria fotografica - Nissan Cube per le strade romane
  • Nissan Cube per le strade romane - anteprima 1
  • Nissan Cube per le strade romane - anteprima 2
  • Nissan Cube per le strade romane - anteprima 3
  • Nissan Cube per le strade romane - anteprima 4
  • Nissan Cube per le strade romane - anteprima 5
  • Nissan Cube per le strade romane - anteprima 6

Una "principessa" vagabonda per le strade di Roma e attira su di sè gli sguardi dei passanti. Non è la trama di un film di William Wyler, ma quello che è successo quando OmniAuto.it ha pensato di presentare alla Capitale la Nissan Cube, la piccola monovolume nata in Giappone nel 2002 che, per la sua terza generazione, diventa mondiale e sfida sul nostro mercato vetture che fanno della stravaganza l'arma principale, come la Daihatsu Materia e la Kia Soul. Lei, che già col nome impone le sue forme, è un fenomeno di tendenza nel Sol Levante, ma qui spicca per la sua originalità che, come si può immaginare, non passa di certo inosservata, riuscendo a raccogliere consensi anche dove sono inaspettati.

Per testare la prima reazione degli automobilisti, la portiamo nelle principali piazze della Città Eterna. Alcune persone si voltano a guardarla altre, vedendoci fermi, si avvicinano per sapere di che auto si tratta. Usa toni entusiastici Daniele, tassista romano di 43 anni, che ci "blocca" perché "sarebbe perfetta come taxi". E' ironico Antonio, finanziere di 57 anni: "Credo assomigli ad un microonde". Parole poco lusinghiere, eppure se dovesse attribuire le forme della Nissan Cube alla mano di un architetto chiamerebbe in causa Le Corbusier, lo svizzero che ha fatto dell'ordine, della chiarezza e della precisione i suoi punti forti. Ma è Atef, egiziano di 53 anni, che ci sorprende di più. Per lui, che è un "artista" di Trinità dei Monti, è bellissima, ha un design davvero attraente ed evoca dolci ricordi del passato, quando in Egitto da piccolo rimaneva affascinato dalle belle auto americane degli anni '60. L'unico difetto è il bagagliaio, perché, ci dice, "dato l'abbondante spazio a bordo per i passeggeri, il vano bagagli dovrebbe essere enorme".

Il giro per le strade romane prosegue con la sensazione di avere addosso gli sguardi di quei curiosi che fanno finta di niente, mentre, fermi al semaforo, si girano, si allungano, si consultano... per capire che cos'è quel gigante bianco che spicca nel grigio dello smog cittadino. Arriviamo in un noto centro commerciale e qui l'accoglienza sfiora quasi l'invadenza. Ci chiedono di salire a bordo, di accenderne il motore, di raccontargli caratteristiche e prezzi. Martina, studentessa 23enne, la vede come "un Hummer ristretto. Non sembra una Nissan, ma un'auto di categoria premium". E' bella, ma la giorvane automobilista rimane perplessa sull'acquisto. Tiziano, commesso 28enne, è invece entusiasta, mentre Marco, avvocato di 37 anni, la scambia per una concept car ibrida. Pensa che queste siano le forme di un'auto completamente elettrica, che sia carina, ma che non la comprerebbe mai se euipaggiata con una motorizzazione "convenzionale". Ci sorprende Emanuela, 72 anni. L'auto per lei è bella, le piace e chiama subito il marito, Paolo (74 anni) per fargliela vedere. Tuttavia il paragone che utilizza "ci spiazza": per lei quest'auto è perfetta perché ricorda quella di "nonna papera".

Galleria fotografica - Una Nissan Cube tra i romaniGalleria fotografica - Una Nissan Cube tra i romani
  • Una Nissan Cube tra i romani - anteprima 1
  • Una Nissan Cube tra i romani - anteprima 2
  • Una Nissan Cube tra i romani - anteprima 3
  • Una Nissan Cube tra i romani - anteprima 4
  • Una Nissan Cube tra i romani - anteprima 5
  • Una Nissan Cube tra i romani - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Nissan , lifestyle , roma


Top