dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 25 febbraio 2010

Proton-Italdesign "country"

L'ibrida malese del futuro ha già una variante per il tempo libero

Proton-Italdesign "country"

La già annunciata Proton-Italdesign elettrica "range extended" da città viene affiancata sullo stand del Salone di Ginevra (4-14 marzo 2010) da una seconda concept in versione "country", sempre votata alla mobilità sostenibile, ma dotata di sole 3 porte e capace di accogliere 5 persone. Rispetto alla versione 5 porte è stata leggermente incrementata l'altezza complessiva e le finiture la fanno apparire un po' come un mezzo più adatto alle strade di campagna e al fuoristrada molto leggero.

La finitura scura della parte inferiore della scocca, la curiosa barra portapacchi sul tetto e gli scivoli anteriore e posteriore con superfici metalliche fanno pensare subito ad una piccola fuoristrada, ma pare più saggio valutarla per quello che è, vale a dire un'utilitaria ibrida per il tempo libero. Le due portiere laterali sono lunghe ben 1.350 mm e dovrebbero consentire un facile accesso a bordo per gli occupanti dei 5 posti a sedere. Questa ulteriore versione della piccola malese con sistema ibrido Lotus intende dimostrare, come spiega Giorgetto Giugiaro, che l'architettura scelta "consente di allestire infinite varianti senza rinunciare al grandissimo comfort e all'ampio spazio interno".

Anche su questa "country" il sistema di trazione resta l'ibrido in serie sviluppato dalla Lotus Engineering, costituito da un motore endotermico a 3 cilindri di 1,2 litri di cilindrata, in posizione anteriore trasversale, che può essere alimentato a benzina, etanolo o metanolo. Il suo funzionamento serve esclusivamente a ricaricare le batterie agli ioni di litio che danno energia alla trazione puramente elettrica.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , ginevra , auto ibride


Top