dalla Home

Tuning

pubblicato il 26 febbraio 2010

Honda CR-Z by Mugen

Effetti "orientali"

Honda CR-Z by Mugen
Galleria fotografica - Honda CR-Z by MugenGalleria fotografica - Honda CR-Z by Mugen
  • Honda CR-Z by Mugen - anteprima 1
  • Honda CR-Z by Mugen - anteprima 2
  • Honda CR-Z by Mugen - anteprima 3
  • Honda CR-Z by Mugen - anteprima 4
  • Honda CR-Z by Mugen - anteprima 5

Per molti la Mugen Motorsport è una semplice Casa di tuning, ma per gli appassionati del Marchio Honda, l'atelier giapponese - fondato nel 1973 dal figlio del fondatore della Casa Alata - è la massima espressione del mondo automobilistico sportivo del sol levante.

Ovviamente il noto preparatore, impegnato sia nelle competizioni che nell'elaborazione di modelli di serie, non poteva farsi sfuggire la messa a punto di un kit di parti speciali per la neonata CR-Z sport, la coupè 2+2 ibrida con cambio manuale presentata al Salone di Detroit e destinata a far parlare molto di se.

Il pacchetto di modifiche realizzato per la Mugen CR-Z trasforma la prima ibrida "manuale" in un qualcosa di davvero speciale e cattivo, forse superando l'ottimo lavoro compiuto con la Mugen Civic Type R. Esteriormente salta subito all'occhio l'enorme ala aerodinamica posteriore posizionata sul portellone. Il set di accessori prosegue con i cerchi in lega da 17 disponibili in diverse versioni, il paraurti anteriore molto profilato e impreziosito da numerosi LED e le minigonne laterali. Gli interni godono di una nuova strumentazione supplementare posizionata al centro della plancia e del volante, cambio e sedili sportivi in tono con il set di tappetini firmati Mugen. La parte meccanica non ha ancora subito modifiche sostanziali, per il momento è possibile istallare solo uno scarico sportivo e un filtro dell'aria "racing" dedicato.

Autore: Francesco Donnici

Tag: Tuning , tuning


Top