dalla Home

Attualità

pubblicato il 23 febbraio 2010

Blocco del traffico 28 febbraio: i comuni che aderiscono

La lista si delinea, ma a sorpresa l'hinterland milanese ha detto NO

Blocco del traffico 28 febbraio: i comuni che aderiscono

Il maxi blocco del traffico fissato per Domenica 28 febbraio in oltre 80 comuni della Pianura Padana non convince tutte le amministrazioni locali, anzi, dopo l'iniziale accoglimento della proposta dei sindaci di Milano e Torino, in molti si stanno tirando indietro, mentre altri stanno confermando l'adesione. In particolare i sindaci della provincia di Milano hanno sconfessato oggi Letizia Moratti: solo due comuni, Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, entrambi guidati da giunte di centrosinistra, hanno deciso di aderire al blocco totale del traffico per Domenica prossima. Tutti gli altri 132 comuni della provincia di Milano, molti guidati da sindaci del Pdl, non aderiranno al blocco.

Bergamo e i 36 paesi della Zona A1, cioè quella a criticità ambientale (in genere a ridosso del capoluogo), hanno invece detto di sì, mentre altri, come Padova, aderiscono con perplessità. Il sindaco della città veneta, Flavio Zanonato, non va matto per lo stop alle auto, ma pensa che il blocco del traffico abbia in sé un "aspetto educativo" e che serva a fare acquisire alla cittadinanza una "consapevolezza" del problema dell'inquinamento. La soluzione prospettata da Zanonato è dunque un'altra: quella dell'investimento nel sistema del trasporto pubblico. "Ma il vero problema in questo senso sono le risorse ridottissime - ha detto - Insomma, avremmo bisogno di soldi".

Anche per il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, la decisione presa da numerosi sindaci del blocco totale del traffico in programma per il 28 febbraio non è risolutiva, ma è comunque l'unica alternativa che hanno le amministrazioni cittadine. "Io ho sempre sostenuto che il blocco delle auto non serve", ha detto il ministro intervistato da Radio 24, "ma i sindaci non hanno alternative. Siccome secondo la legge si devono prendere provvedimenti quando l'inquinamento sfora le soglie consentite, quello più facile è fermare il traffico". In generale comunque, ha sottolineato Matteoli, "non serve, ma alternative ce ne sono poche. Da sindaco credo sia giusto farlo. Può darsi che qualche risultato lo dia, ma dal lunedì successivo, con il ritorno della circolazione normale nulla cambierà. Così non si risolve il problema, servono interventi strutturali".

Intanto, tra le città che il 28 febbraio fermeranno le auto si è aggiunta Pescara, che da quella giornata darà il via alle "Domeniche senz'auto" per combattere lo smog, Domenche che culmineranno il 21 marzo con la chiusura totale al traffico. Ad annunciare il calendario sono stati il sindaco e il vice sindaco, Luigi Albore Mascia e Berardino Fiorilli. Domani partirà una campagna serrata di informazione per comunicare ai cittadini questo programma e Mascia, evidenziando che Pescara è l'unica città del centrosud ad adottare una iniziativa del genere, ha chiesto la massima collaborazione dei pescaresi, assicurando che l'obiettivo non è quello di fare contravvenzioni. "Saranno attivati due bus navetta per agevolare gli spostamenti - ha annunciato il presidente della Gtm, Michele Russo - il quale ha chiesto di credere nella filovia che si andrà a realizzare, per non ostacolare il futuro della città". Anche il comune di Udine aderisce al blocco delle auto per Domenica 28 febbraio. "Sebbene se la situazione nella nostra regione è meno grave che in altre aree del Nord Italia - ha detto il sindaco Honsell - su questi temi è e sarà sempre più fondamentale iniziare a ragionare in termini di area vasta, individuando e definendo in maniera condivisa gli interventi strutturali da adottare per migliorare concretamente la qualità dell'aria". Il primo cittadino ha poi invitato tutti i sindaci dell'udinese a partecipare, anche in maniera simbolica, al blocco auto.

La lista completa con i comuni che aderiranno al blocco del traffico è disponibile cliccando qui.

Autore:

Tag: Attualità , blocco traffico , inquinamento


Top