dalla Home

Attualità

pubblicato il 23 febbraio 2010

L'Autostrada Orte-Mestre è il progetto più importante d'Italia

Così l'Anas sul percorso che attraverserà cinque Regioni

L'Autostrada Orte-Mestre è il progetto più importante d'Italia

Il progetto infrastrutturale più importante d'Italia è l'Autostrada Orte-Mestre. A dirlo è stato il Presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, intervenendo oggi al Convegno di presentazione dell'opera, "che ha valenza assolutamente strategica nel Piano infrastrutturale sia italiano che europeo, poiché consentirà non solo di collegare vaste aree del centro e del sud tirrenico con il Nord-Est del paese, ma anche di interconnettersi con il corridoio transeuropeo n. 5 Lisbona-Kiev".

L'autostrada attraverserà cinque Regioni (Lazio; Umbria; Toscana; Emilia Romagna; e Veneto), 11 province e 48 comuni ed interesserà l'itinerario indicato come E45-E55, prevedendo la realizzazione di un'infrastruttura di tipo autostradale tra Orte, con lo svincolo di interconnessione con l'A1, e l'area a sud-ovest di Venezia, con lo svincolo di interconnessione con l'A4 ed il Passante autostradale di Mestre. "La semplice rappresentazione geografica di questa opera rende comprensibile quanto sia alto il livello di interconnessione territoriale che è chiamato a gestire, ma rende anche l'idea della complessità e dell'articolata serie di procedure, autorizzazioni, concessioni che questo progetto deve affrontare", ha detto Ciucci.

La nuova autostrada avrà una lunghezza complessiva di oltre 396 km. I ponti e viadotti si svilupperanno per 139 km, le gallerie naturali per 51 km e le gallerie artificiali per 13 km. Saranno realizzati 20 cavalcavia, 226 sottovia, 83 svincoli, 2 barriere di esazione e 15 aree di servizio. Per l'esazione del pedaggio sarà adottato un sistema Multi Lane Free Flow (MLFF) ovvero a flusso libero ed è prevista l'installazione di 170 portali che, attraverso un sofisticato sistema di telecamere, consentiranno di effettuare tutte le funzioni di rilevamento, registrazione e classificazione del veicolo determinando il pedaggio. Il pagamento potrà avvenire attraverso il sistema Telepass attualmente in uso sulla rete autostradale italiana, attraverso carte prepagate, internet e anche attraverso il telefono cellulare.

La durata della concessione sarà di 49 anni (di cui 9 anni per la costruzione) e la gran parte dell'investimento, stimato in circa 9,5 miliardi di euro, sarà realizzato facendo ricorso a capitali privati con un contributo pubblico di 1.428,2 milioni di euro. Il cronoprogramma di realizzazione dell'opera (a partire dalla piena efficacia della convenzione) prevede: due anni per la progettazione definitiva ed esecutiva e gli espropri; 7 anni per la realizzazione delle nuove opere; 6 anni per il completamento della E45.

Autore:

Tag: Attualità , infrastrutture , autostrade


Top