dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 19 febbraio 2010

Michelin Pilot Sport 3

Il nuovo pneumatico sportivo, eppure più amico dell’ambiente e più sicuro sul bagnato

Michelin Pilot Sport 3
Galleria fotografica - Michelin Pilot Sport 3Galleria fotografica - Michelin Pilot Sport 3
  • Michelin Pilot Sport 3 - anteprima 1
  • Michelin Pilot Sport 3 - anteprima 2
  • Michelin Pilot Sport 3 - anteprima 3
  • Michelin Pilot Sport 3 - anteprima 4
  • Michelin Pilot Sport 3 - anteprima 5
  • Michelin Pilot Sport 3 - anteprima 6

Un pneumatico sportivo, ma responsabile, che non sacrifichi in alcun modo l'aderenza in frenata e in curva, la sensibilità di guida e la sicurezza a scapito di durata, silenziosità e scorrevolezza. È l'obiettivo di Michelin che con il nuovo Pilot Sport 3 offre un'evoluzione del celeberrimo Pilot Sport 2 che può ben definirsi il riferimento tra gli pneumatici sportivi visto che vanta in 6 anni di vita oltre 200 omologazioni. Tra queste spicca quella per la Bugatti Veyron, l'automobile più veloce al mondo con 407 km/h, 1001 CV e 1250 Nm di coppia da scaricare a terra. Il nuovo Pilot Sport, senza sacrificare la sportività, migliora in quelle aree che riguardano più da vicino il cliente finale come la sicurezza sul bagnato, la durata e la scorrevolezza. Questo vuol dire che il nuovo Pilot Sport 3 promette di essere un Pilot Sport 2 che si consuma meno, sul bagnato frena meglio e offre più tenuta ed è persino un po' più scorrevole consentendo di consumare meno. Tre sono le aree dove i tecnici francesi hanno lavorato: materiali, forma e struttura.

NUOVA MESCOLA
Per quanto riguarda i materiali, Michelin ha messo a punto una nuova mescola denominata Green Power che mette insieme tre elementi innovativi. Il primo è un nuovo elastomero ad altissima densità estremamente flessibile, capace di abbracciare anche le più piccole asperità dell'asfalto e di rompere a livello micrometrico il velo d'acqua. Il secondo è un altro polimero, questo viceversa estremamente resistente pur essendo capace di estendersi ad ogni giro del pneumatico senza mai rompersi. Il terzo è la silice, già nota e ampiamente usata negli pneumatici poiché diminuisce la dissipazione dell'energia che si trasforma in calore e in resistenza al rotolamento.

ANTI SURF SYSTEM
Anche la forma del Pilot Sport 3 ha subito una messa a punto e, se si osserva la sua spalla, si nota una forma più arrotondata. Michelin chiama questa caratteristica Anti Surf System e consente allo pneumatico di "infilarsi" fisicamente meglio nel velo d'acqua. A questo contribuiscono ovviamente i tre ampi canali centrali e la particolare forma degli spigoli dei tasselli che presentano microsmussature a 45°, un dettaglio che rivela la grande capacità del costruttore francese di imprimere forme complesse anche ai particolari più piccoli presenti sul battistrada.

L'IMPORTANZA DELLE TEMPERATURE
Per la struttura sono state spese oltre 50mila ore di test di simulazione 3D al computer con i sistemi provenienti direttamente dall'industria aeronautica e aerospaziale, per poi verificare con oltre 100mila km di test su strada i risultati. I dati ottenuti dimostrano che il Pilot Sport 3 mantiene il più possibile costante la temperatura in tutte le zone dello pneumatico e dunque evita quei picchi di pressione che compromettono l'aderenza e la scorrevolezza favorendo anche il deterioramento. Oltretutto, l'ottimizzazione della struttura ha portato a un risparmio di peso fino a 2 kg, un valore davvero notevole, una riduzione delle masse non sospese che vuol dire più comfort, più tenuta, più feeling.

MIGLIOR FERNATA E CONSUMI
Grazie a questo lavoro, Michelin promette per il nuovo Pilot Sport spazi di frenata sul bagnato da 80 km/h inferiori di 3 metri rispetto alla media dei concorrenti (dato misurato dall'ente indipendente TÜV), miglior tenuta sui fondi ricoperti d'acqua, una durata chilometrica superiore del 10% e un progresso in termini di resistenza al rotolamento dell'1% che si tramuta in un riduzione di 2 g/km di CO2 in emissioni e 0,1 litri/100 km in consumi. Queste ultime due caratteristiche rendono insieme più ecologico il "3" perché ecologia non è solo consumare meno benzina, ma anche meno pneumatici da riciclare. Per questo sul fianco troviamo il marchio Green X, solitamente riservato a pneumatici decisamente più "utilitari" nella sterminata offerta del Bibendum.

IL NOSTRO TEST
Il risultato lo abbiamo provato ad Almeria, nel Sud della Spagna, in una delle tante aree dove Michelin mette alla frusta i propri prodotti prima di metterli in commercio. Sul bagnato il Pilot Sport 3 è sicuramente più efficace in frenata e la media delle prove da noi condotte ha visto sovrastare il francese sul concorrente prescelto con valori medi di 26,4 metri contro 29,6 metri. Anche la tenuta laterale migliora e più pronte appaiono le risposte dello sterzo e il recupero dell'aderenza dopo aver affrontato una pozzanghera. Gli sportivi saranno poi contenti di sapere che, nonostante questi miglioramenti, il nuovo Pilot Sport rimane una scelta ideale per la guida sportiva perché è preciso, lineare, sensibile, magari è meno amichevole di altri concorrenti nell'accompagnare il pilota al limite, ma proprio per questo è degno del nome che porta.

COMMERCIALIZZAZIONE
Il Pilot Sport 3 sarà disponibile con larghezza da 195 a 285, fianco da 55 a 35 per cerchi da 16 a 19 pollici, codici di velocità da V a Y e indici di carico da 84 a 101. Già incamerate le omologazioni per vetture del calibro di A4, A5 e Mercedes E63 AMG, la nuova gomma di Michelin è in fase di approvazione anche per Audi A3, Citroen C4, Ford C-Max e infine Mercedes S65 AMG, Classe E e SL. Si tratta quindi di una copertura che, nonostante la vocazione sportiva, ha un'attitudine davvero universale, più del Pilot Sport 2 che rimane in listino, ma si tiene come specialità le sportive estreme per le quali, del resto, le coperture sono uguali solo di nome, ma hanno personalizzazioni che solo le complicate sigle sul fianco - e solo agli specialisti - possono rivelare. Il "3" è invece per le sportive un po' più umane nel prezzo e nelle prestazioni per le quali gli esperti di mercato vedono un incremento nei prossimi anni. Le scarpe sono già pronte.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Accessori , pneumatici


Top