dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 16 febbraio 2010

IED Eye

A Ginevra una 2+2 elettrica realizzata dagli studenti in collaborazione con Tesla

IED Eye
Galleria fotografica - IED Eye Galleria fotografica - IED Eye
  • IED Eye  - anteprima 1
  • IED Eye  - anteprima 2

L'Istituto Europeo di Design presenterà al prossimo Salone di Ginevra (4-14 marzo) la Eye, concept di una sportiva 2+2 posti elettrica su base Tesla adatta alla guida di tutti i giorni dalle dimensioni di una vettura di segmento C, quello più importante per il cliente europeo. La Eye è infatti lunga 4,25 metri, come una Volkswagen Golf, larga 1,8 metri e alta 1,36 con un generoso passo di 2,65 metri scelto evidentemente in una duplice ottica: ricavare il massimo dell'abitabilità e lo spazio necessario per piazzare le pesanti batterie nella posizione più centrale e ribassata possibile. Per dare alla Eye però un'altezza da coupé, le batterie sono piazzate sotto i sedili posteriori. Pensata e realizzata dagli studenti del Master of Arts in Transportation Design per l'anno accademico 2008/2009 che si tiene presso la sede di Torino dello IED, la Eye vuole essere uno status symbol per un pubblico giovane e cosmopolita, attento alle nuove tecnologie e al prezzo.

La forme della carrozzeria sono davvero interessanti con due canali che partono dal frontale disegnando un profilo a T di Tesla, corrono tra il corpo vettura e i parafanghi anteriori e avvolgono poi la Eye fino a scomparire. Ma ancora più interessante, anche dal punto di vista funzionale, è la parte superiore tutta in plexiglass nero dotata di un tetto apribile che trasforma la Eye da una coupé a una sorta di pick-up semiaperto. Il processo attraverso il quale si è arrivato al cosiddetto "congelamento" dello stile definitivo è del tutto simile a quello attuato all'interno dei centri stile di tutte le case. Sono state dapprima formulate 11 proposte individuali e tra queste ne sono state scelte 5 per essere realizzate in modelli in argilla in scala 1:4 sottoposti poi alla selezione finale secondo quelli che erano gli obiettivi indicati da Tesla, il tutto sotto la supervisione diretta di Franz von Holzhausen, Chief Designer della casa californiana che produce solo auto elettriche. L'intera classe, suddivisa in gruppi, ha quindi lavorato sul progetto finale curando la realizzazione di tutti i dettagli di stile per la carrozzeria e l'abitacolo. Su quest'ultimo c'è ancora mistero, ma ogni curiosità sarà soddisfatta il 4 marzo sugli stand del centro fieristico di Ginevra.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , car design


Top