dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 febbraio 2010

Termini Imerese: il Sindaco incontrerà Cimino

Il primo cittadino invita in città Fiorello, elettosi "portavoce" degli operai

Termini Imerese: il Sindaco incontrerà Cimino

Termini Imerese non si ferma ed ogni giorno cerca di attirare su di sé l'attenzione dei media con annunci più o meno ridondanti, che coinvolgono anche industriali, politici e personaggi noti del mondo dello spettacolo. Il sindaco, Salvatore Burrafato, ha detto che giovedì incontrerà Simone Cimino, il quale gli illustrerà, alla presenza di politici e parti sociali, il proprio piano di riconversione dello stabilimento Fiat in fabbrica di auto elettriche. "E' giusto ascoltarlo - ha commentato Burrafato - per capire meglio qual è la sua proposta, ma non intendiamo aprire alcun canale privilegiato con lui. Ci sono sul tavolo diverse alternative che toccherà al ministero dello Sviluppo economico e alle sue strutture verificare fino in fondo".

Parole che distendono le fila tese tra la Sicilia e il Lazio e che continuano con l'invito pubblico a Fiorello a partecipare alle iniziative organizzate dal coordinamento dei sindaci a sostegno dei lavoratori della Fiat. "Chiediamo a Fiorello, da siciliano libero qual è, di visitare la nostra città e il nostro stabilimento - ha detto Burrafato - per partecipare alla fiaccolata che si svolgerà venerdì o alla manifestazione di protesta in programma il prossimo 27 febbraio. Sarebbe per noi un gesto importantissimo e una testimonianza di affetto e vicinanza di cui saremmo davvero felici".

Un invito tutt'altro che casuale. Fiorello è stato chiamato in causa nei giorni scorsi dagli stessi operai, che gli hanno scritto tramite Facebook perché siciliano anche lui e da tempo protagonista degli spot Fiat. "Ci dia una mano e smetta di fare questa pubblicità", chiedevano in sintesi gli operai e lui, dopo due giorni, ha risposto con un messaggio sul suo sito ufficiale. "Ho letto i vostri appelli e, da padre di famiglia, per di più siciliano, sono molto colpito, non solo dalla situazione di Termini Imerese, ma anche dal ruolo che mi state attribuendo, che va oltre, purtroppo, le mie possibilità di artista - ha scritto - Rispondo solo ora perché la questione è seria, e seria e meditata volevo fosse una mia risposta. 'Fiorello interrompi la pubblicità'. A dirsi è semplice, ma anche volendo non potrei farlo. Senza contare che gli spot sono già stati registrati, e sono di proprietà esclusiva della Fiat. Cosa faccio, chiamo Marchionne al telefono e gli dico 'interrompi la pubblicità perché devo dare un segnale forte'? Servirebbe a qualcosa? Qualcuno dirà che è una scelta di comodo? Io spero che, al di là delle opinioni personali, venga rispettata la mia decisione di fare semplicemente il mio mestiere, aiutando magari a far vendere più macchine nella speranza che anche altri operai non abbiano questi problemi. Ai vertici dell'Azienda, a Confindustria, al Governo, a chi può e deve risolvere questa grave situazione dico: capisco le logiche aziendali che portano, talvolta, a tagliare i rami secchi per salvare tutto un albero. In questo caso, però, i rami sono persone, sono famiglie che non avranno più uno stipendio. Ci sono due anni di tempo prima della chiusura annunciata dello stabilimento. Caro Sergio Marchionne, anni fa hai salvato la Fiat da una situazione difficile. Ora salva Termini Imerese!!. Da parte mia - conclude Fiorello - vi prometto che sarò portavoce delle vostre istanze nei confronti della Fiat e non smetterò di tenere accese le luci su Termini Imerese".

Una querelle che però da caso aziendale, in cui il Lingotto ha deciso di bloccare la produzione di auto dal 2011 per via degli elevati costi logistici dell'impianto, si sta trasformando in caso politico-sociale. Oggi il segretario nazionale del Pd, Pierluigi Bersani, è stato accolto a Termini Imerese da una decina di maschere carnevalesche raffiguranti l'amministratore delegato Sergio Marchionne con denti da vampiro e un sorriso beffardo. "Avremmo anche voluto mettere il naso di Pinocchio", hanno detto gli operai.

Autore:

Tag: Attualità , Fiat , lavoro


Top