dalla Home

Mercato

pubblicato il 18 febbraio 2010

2009: un'ottima annata per Hyundai

Risultati controcorrente per il marchio coreano. Ma per il 2010 servirebbero incentivi

2009: un'ottima annata per Hyundai

Il 2009 è stato l'anno della crisi per molti, ma non per tutti. Nel mondo dell'auto Hyundai ha raggiunto per la prima volta il livello di 3 milioni di unità vendute, consolidando la propria posizione come costruttore globale e raggiungendo nel secondo semestre 2009 la quarta posizione tra i costruttori mondiali. Il produttore di auto è riuscito a crescere d'apperututto, specialmente in Cina (+94%) e India (+19%).

Anche in Europa, in un mercato in calo dell'1,6%, ha segnato un +27% con 341.837 vetture vendute contro le 269.931 dell'anno precedente. La sua quota di mercato è così passata dall'1,8% al 2,4% e per il prossimo anno l'obiettivo dichiarato è quello di arrivare al 2,75%. Per raggiungerlo, la casa automobilistica punterà innanzitutto su nuovi prodotti, come la ix35. Come noto, Hyundai è presente ormai da anni nel segmento dei SUV, con modelli di successo come Santa Fe, Terracan e Tucson, ma con la nuova ix35 si rafforzerà nel sottosegmento dei SUV compatti, che solo in Italia ha registrato lo scorso anno un incremento del 5%. In secondo luogo Hyundai rafforzerà la propria immagine di marca e i processi interni all'azienda. In particolare la rete di concessionarie verrà ristrutturata attraverso una nuova Show Room Identity e la visibilità aumenterà grazie alla sponsorizzazione dei mondiali di calcio. Quanto al rafforzamento interno, nuove persone stanno entrando in azienda, come Carlo Sabbatini, PR Manager che viene da una lunga esperienza in Honda Moto, e Pier Paolo Greco, la cui carriera in Honda Automobili è stata anticipata da quella in Fiat e BMW.

Tuttavia, gran parte del successo ottenuto nel 2009, Hyundai lo deve agli incentivi. La loro spinta è stata determinante affinché in Germania fossero vendute 63.884 vetture, in Gran Bretagna 56.927 e in Italia 38.866. L'auto più venduta dell'anno è stata la i10, che ha rappresentato più della metà dell'immatricolato, seguita da i20 e i30. Di particolare successo la versione GPL (favorita dagli incentivi 2009), che ha consentito al marchio di posizionarsi con la i10 al terzo posto tra le vetture del segmento A e al sesto prodotto GPL in assoluto di tutto il mercato. In Italia il marchio coreano è riuscito a risposizionarsi primo dopo i Top 15 marchi storici che rappresentano l'86% del mercato, raggiungendo l'1,8% di quota. Una crescita che sta proseguendo anche nei primi mesi del 2010. "Il dato accumulato a questa mattina dice che stiamo continuando a crescere, abbiamo già superato 5mila immatricolazioni e la nostra quota è già all'1,83%", ha detto Romano Valente, Vice Presidente Hyundai MCI, durante la presentazione della nuova ix35, che è stata anche l'occasione per sottolineare quanto per la casa corena fosse importante il varo dei nuovi incentivi nel 2010.

Autore:

Tag: Mercato , Hyundai , immatricolazioni


Top