dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 17 febbraio 2010

Ford Transit Connect Electric

La prima elettrica di Ford è il minivan costruito in Turchia, ma destinato alle strade nordamericane

Ford Transit Connect Electric
Galleria fotografica - Ford Transit Connect ElectricGalleria fotografica - Ford Transit Connect Electric
  • Ford Transit Connect Electric - anteprima 1
  • Ford Transit Connect Electric - anteprima 2
  • Ford Transit Connect Electric - anteprima 3
  • Ford Transit Connect Electric - anteprima 4
  • Ford Transit Connect Electric - anteprima 5
  • Ford Transit Connect Electric - anteprima 6

Il Transit Connect Electric sarà il primo veicolo Ford a emissioni zero che scenderà su strada e lo farà entro il 2010, anticipando nel 2011 la Focus elettrica e gli ibridi di terza generazione e plug-in previsti nel 2012. Lo hanno confermato i vertici della casa americana presentando al Salone di Chicago (12-21 febbraio) la versione definitiva del suo minivan commerciale costruito in Turchia e da qualche tempo commercializzato anche negli USA con uno stratagemma che OmniAuto.it ha raccontato.

Ad assistere Ford in questa elettrizzante avventura per il Transit Connect sarà la Azure Dynamic che si occuperà di allestire le versioni elettriche utilizzando tutto il know-how accumulato in questo campo da Ford con 40 milioni di km di test e i propri fornitori come Saft per le batterie al litio da 28 kWh e Siemens per il motore elettrico con coppia di picco di 235 Nm. L'autonomia offerta è di circa 130 km con un tempo di ricarica di 6-8 ore con la presa a 220 Volt. La velocità massima è di 120 km/h, l'accelerazione da 0 a 60 miglia orarie (96 km/h) è di 12 secondi ed è capace di superare pendenze fino al 27%.

Secondo Ford, il Transit Connect Electric offre la stessa abitabilità (per 2, 4 o 5 posti) e lo stesso volume di carico (3,8 metri cubi) della versione con motore endotermico poiché le batteria sono alloggiate sotto il piano di carico. Sarà naturalmente impiegato in flotte impegnate nei grandi centri urbani del Nordamerica dalle quali proviene un interesse sempre più forte per questo tipo di veicoli, non solo per i costi legati alla marcia in senso stretto, ma anche per quelli di manutenzione ridotti nella misura in cui un'auto elettrica ha una parte meccanica enormemente più semplice, che richiede meno manutenzione ed è meno soggetta a guasti. Stranamente però Ford offre una garanzia di 10 anni o 120mila miglia, ma di 5 anni o 60mila miglia sulla parte elettrica modificata. Nessun notizia invece per il prezzo, i volumi e i programmi commerciali. Né se Ford sta pensando a estendere il suo programma di elettrificazione anche a tutti i paesi d'Europa oltre il Regno Unito dove è in corso una sperimentazione con una flotta molto ridotta di Focus elettriche.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Ford , auto elettrica , veicoli commerciali


Top