dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 16 febbraio 2010

Honda Odyssey

Il concept presentato a Chicago anticipa la quarta generazione del minivan più venduto negli USA

Honda Odyssey
Galleria fotografica - Honda Odissey Galleria fotografica - Honda Odissey
  • Honda Odissey  - anteprima 1
  • Honda Odissey  - anteprima 2
  • Honda Odissey  - anteprima 3
  • Honda Odissey  - anteprima 4
  • Honda Odissey  - anteprima 5
  • Honda Odissey  - anteprima 6

La Honda ha presentato al Salone di Chicago (12-21 febbraio) l'Odissey Concept che anticipa di qualche mese la prossima generazione (la quarta) del suo omonimo minivan atteso per l'autunno. "Mini" si fa per dire, visto che parliamo di un monovolume 7-8 posti posti lungo ben 5,15 metri come in Europa oramai non ce ne sono più tranne il Chrysler Grand Voyager e il Renault Grand Espace. In Nordamerica però questo tipo di vettura continua a fare ancora numeri da vettura di massa e con il nuovo Odissey la Honda vuole rispondere alla Toyota Sienna recentemente rinnovatasi allo scorso salone di Los Angeles con l'obiettivo di riprendersi la testa di questo segmento di mercato presa dalla Odissey nel 2008 proprio ai danni della Sienna.

Più lunga di 3,6 centimetri rispetto alla vettura attuale, ma soprattutto più bassa di 2,5 centimetri, la Odissey dimostra con il suo stile, elaborato presso i centri stile di Torrance (California) e Raymond (Ohio), che punterà su linee più slanciate di quelle attuali sottolineate dalla cosiddetta "lightning bolt", ovvero una linea di cintura che si spezza all'altezza del terzo montante, un po' come già visto sulla Citroën C4 Picasso e la nuova Opel Meriva. Anche la linea del tetto e il profilo della finestratura esaltano maggiormente il dinamismo tanto che la nuova Odissey sembra più la motrice di un treno superveloce che un una specie di minibus. Il frontale invece riprende quanto già visto su altri modelli della Casa giapponese. Sono caratteristiche che evidentemente aiutano l'aerodinamica migliorando il comfort acustico e i consumi. A questo proposito la Honda pronostica - o meglio anticipa - che la nuova monovolume avrà percorrenze medie in autostrada di 28 miglia per gallone secondo i metodi di misurazione americani.

Con un passo che rimane quello dell'attuale modello - ovvero 3 metri netti - la prossima Odissey avrà abitabilità e caratteristiche di flessibilità dell'abitacolo analoghe con la possibilità di avere una configurazione a 7 o 8 posti e il sistema che consente di ripiegare a scomparsa la terza fila di sedili che Honda chiama qui 3rd-Row Magic Seat. Anche per i motori dovrebbero esserci poche modifiche con un V6 3.5 i-VTEC con più dei 244 CV attuali e con il sistema di disinserimento dei cilindri che può farlo funzionare a 3, 4 o 6 cilindri. Forse ci sarà anche un 4 cilindri 2.4 da circa 190 CV, disponibile con cambio manuale oltre che con l'automatico a 5 rapporti, se si vuole il massimo del risparmio all'acquisto e per i costi di esercizio. Il nuovo Odissey sarà costruito presso lo stabilimento Honda in Alabama.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept


Top