dalla Home

Attualità

pubblicato il 5 febbraio 2010

Dossier Promozioni auto

Montezemolo su Fiat: "Dallo Stato mai un euro"

Il Presidente difende il team di Marchionne. In corso il vertice su Termini Imerese

Montezemolo su Fiat: "Dallo Stato mai un euro"

E' iniziato da pochi minuti al ministero dello Sviluppo economico il vertice con la Fiat e i sindacati per decidere il destino dell'impianto industriale di Termini Imerese e il Presidente della Fiat, Luca Cordero di Montezemolo, si è lasciato andare ad un'affermazione, poi subito corretta. "Da quando noi siamo alla Fiat non ho ricevuto un euro dallo Stato", ha detto interrogato sulla questione degli incentivi durante l'inaugurazione dell'anno accademico alla LUISS di Roma, e poi ha corretto il tiro: "Fiat ha molto dato e molto ricevuto dall'Italia".

Ieri l'amministratore delegato Sergio Marchionne, che ha di recente difeso la Fiat da chi l'accusa di dipendere dallo Stato italiano, ha detto che degli incentivi il costruttore piemontese può fare a meno. Oggi il responsabile delle relazioni istituzionali, Ernesto Auci, ha rilanciato: "Mai chiesto nulla". Montezemolo ha inoltre precisato che c'è "un rapporto molto chiaro e molto positivo, di dialogo e di confronto" tra il governo e l'azienda, e che "basta chiacchiere, essa resta italiana". Tuttavia il Carroccio resta scettico. "Se quella dei soldi è una barzelletta non fa proprio ridere. Se invece Montezemolo non scherza e parla sul serio allora la faccenda assume contorni 'sanitari'...", ha commentato Roberto Calderoli, Ministro per la Semplificazione.

Intanto su Termini Imerese, Montezemolo ha spiegato che "le scelte industriali, che servono a mantenere competitiva un'azienda non possono essere disgiunte dal farci carico dei problemi delle nostre persone". "Termini chiuderà, ma Fiat è pronta a farsi carico, insieme al governo, dei costi sociali di questa scelta", ha aggiunto, ricordando che il prossimo 21 aprile, Marchionne renderà pubblico il Business Plan dei futuri quattro anni di alleanza tra Fiat e Chrysler. Ora resta da vedere l'esito della riunione in corso in cui si stanno valutando le sette proposte per Termini Imerese arrivate fino ad oggi al ministero. Le ultime indiscrezioni, parlano persino di un'industria cinematografica interessata allo sviluppo dell'area siciliana.

Autore:

Tag: Attualità , Fiat , incentivi


Top