dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 29 gennaio 2010

Incentivi auto 2010: "Sì, ma concordati con forze sociali"

Lo ha detto Scajola, mentre per Fiat "il governo è libero di decidere"

Incentivi auto 2010: "Sì, ma concordati con forze sociali"

"Il governo vuole accompagnare il percorso degli incentivi con il contributo delle forze sociali per tornare presto alle condizioni di mercato". A dirlo è stato il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, intervenendo al tavolo sulla questione dello stabilimento Fiat di Termini Imerese. Secondo quanto riferiscono fonti presenti all'incontro, il ministro avrebbe ribadito che l'annuncio della Fiat della cassa integrazione per due settimane è "inopportuno". "Testimonia la difficoltà di collaborazione da parte della Fiat, che - avrebbe aggiunto Scajola - è un asse fondamentale per il Paese".

La Fiat, però, ci tiene a precisare che non è un'azienda assistita dallo Stato e il governo è libero di decidere sugli incentivi, "anche nel bene del Paese", come ha detto il direttore Relazioni esterne del gruppo, Ernesto Auci, al tavolo con governo e sindacati, aggiungendo: "Siamo pronti a sostenere proposte di riconversione da parte della Regione a Termini Imerese per mantenere l'occupazione anche quando la produzione finirà". Senza il rinnovo degli incentivi nel 2010, tuttavia, Fiat ha avvertito il governo che le immatricolazioni potrebbero scendere dai 2 milioni previsti a 1,7 milioni.

Autore:

Tag: Attualità , incentivi


Top