dalla Home

Attualità

pubblicato il 28 gennaio 2010

Blocco del traffico: Milano si ferma Domenica 31 gennaio

Stop a tutte le auto. Inasprite le regole sull'Ecopass e aumentati i controlli

Blocco del traffico: Milano si ferma Domenica 31 gennaio

Milano si fermerà per un giorno. La lotta allo smog che da giorni incalza nel capoluogo lombardo è arrivata a questo: Domenica sarà blocco totale del traffico dalle 10 alle 18. A stabilirlo, dopo 17 giorni consecutivi di sforamento dei limiti europei consentiti, è stato il vertice straordinario che ha visto riuniti questa mattina al Pirellone il presidente della giunta regionale, Roberto Formigoni, il sindaco del capoluogo lombardo, Letizia Moratti, e l'assessore al traffico della Provincia di Milano Giovanni De Nicola. Le uniche auto che potranno circolare in città nella giornata di Domenica sono quelle a impatto zero (GPL, metano o elettriche), mentre godranno di una speciale deroga i medici, gli infermieri e i ministri del culto.

Ma il blocco non è la sola manovra concordata. Nel caso l'emergenza inquinamento dovesse continuare nei prossimi giorni, si è già stabilito di irrigidire le regole dell'Ecopass, il ticket antismog per accedere al centro. In questo caso dovranno pagare anche i veicoli diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato, che finora sono stati esentati. L'abolizione dell'esenzione per questa categoria di mezzi durerà fino al terzo giorno in cui il livello di Pm10 sarà tornato sotto i livelli di guardia, vale a dire sotto i 50 microgrammi per metro cubo.

Contemporaneamente, la Regione Lombardia ha deciso di raddoppiare lo stanziamento di un milione di euro a favore dei Comuni per potenziare i controlli. Un milione sarà destinato ai controlli su strada (4 euro a controllo) e un milione alle verifiche sulle temperature negli edifici. "Non siamo 'baluba', non siamo affatto la maglia nera d'Italia e d'Europa rispetto all'inquinamento", ha commentato Formigoni al termine del vertice. "Non siamo soddisfatti completamente della situazione, ma sono stati fatti in questi anni dei passi in avanti, abbiamo fatto il nostro dovere. La Regione negli ultimi anni ha distribuito 104 milioni di euro in incentivi per cambiare la macchina e quindi per diminuire l'inquinamento". Quello di oggi è, per il presidente della giunta regionale, "un messaggio ai cittadini di orientarsi verso i mezzi a impatto zero. Ci vuole poi un impegno proprio da parte dei cittadini, il mio è un invito ad usare i mezzi pubblici e ad abbassare le temperature nelle case e negli uffici. Questo vale anche per il Palazzo Pirelli, dove la temperatura è di 20 gradi e dove il riscaldamento è fatto attraverso 'pompe di calore' che sono ad emissione zero".

Autore:

Tag: Attualità , blocco traffico , inquinamento , milano


Top