dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 gennaio 2010

Toyota prevede la ripresa nel 2010

Obiettivo del colosso giapponese: arrivare a 8,3 milioni di vetture vendute

Toyota prevede la ripresa nel 2010

Nel testa a testa fra Volkswagen e Toyota per lo scettro di primo costruttore del mondo a vincere per il momento è il Gruppo di Wolfsburg, che grazie all'alleanza con Suzuki ha totalizzato 8,6 milioni di vetture (6,3 VW + 2,3 Suzuki) vendute globalmente durante il 2009 contro i 7,6 milioni dei giapponesi. Il 2010 di Toyota però dovrebbe essere l'anno della ripresa, dopo che nel 2009 è stata costretta a dover ridurre la produzione in Giappone per la prima volta dopo 16 anni.

Se l'anno scorso si è chiuso con un -13% nelle vendite globali, per il 2010 il Costruttore giapponese prevede un +6% che farebbe passare in termini numerici le vendite da 7.813.000 (6.980.000 Toyota, 755.000 Daihatsu, 79.000 Hino) a 8.270.000 unità. Per i marchi Toyota, Lexus e Scion si stimano vendite per 7.400.000 unità (di cui 1 milione e mezzo in Giappone, stima per un +9%), mentre per il marchio Daihatsu, che nel 2009 all'estero ha perso il 29% rispetto al 2008, ci si aspetta una ripresa del 9% fuori da Giappone (170.000 unità previste contro le precedenti 158.000) e vendite sostanzialmente stabili in patria, con una previsione di 600.000 vendite contro le 596.000 del 2009.

Per entrambi i costruttori, però, la partita decisiva si giocherà sul fronte dei Paesi emergenti (India in testa), dove la Etios Concept recentemente presentata al Salone di Nuova Delhi dovrà confrontarsi con la futura low cost VW-Suzuki.

Autore:

Tag: Mercato , Toyota , produzione


Top