dalla Home

Curiosità

pubblicato il 23 gennaio 2010

2010: è nato l'AlfaRegister

Una nuova risorsa internazionale per tutti gli alfisti in cerca di informazione

2010: è nato l'AlfaRegister
Galleria fotografica - AlfaRegisterGalleria fotografica - AlfaRegister
  • AlfaRegister - anteprima 1
  • AlfaRegister - anteprima 2
  • AlfaRegister - anteprima 3
  • AlfaRegister - anteprima 4

Da quest'anno, l'anno del Centenario dell'Alfa Romeo, il numeroso popolo di alfisti di tutto il mondo ha di che divertirsi per affinare conoscenze, affrontare un restauro o solo soddisfare qualche curiosità rimasta senza riposta. E' infatti nato l'Alfaregister il primo registro internazionale dedicato alle vetture del Biscione prodotte fino alla metà degli Anni '80, periodo di cessione del marchio al Gruppo Fiat.

Ideato da due appassionati collezionisti italiani dello storico marchio milanese è un grande bacino dove le informazioni sono a disposizione non solo per soddisfare le semplici curiosità di tanti, ma anche per approfondire, confrontando, le tematiche del restauro di una propria vettura. Poter vedere numerosi modelli simili, anche con i loro errori o modifiche, o magari visibilmente conservati nella loro autenticità, può essere un validissimo aiuto. E poi "registrare" una vettura, vuol dire darle una data, una storia: dire c'è, esiste.

UN REGISTRO ASETTICO
Possono essere catalogate tutte le Alfa Romeo dal 1910 fino alle 75 (SZ e RZ incluse). E non solo vetture, ma anche autocarri, i famosi "Romeo" e quelli "pesanti", come pure le Formule, le Sport, ecc. Quelle che i puristi considerano "vere" Alfa, insomma. Naturalmente, è chiaro che la registrazione di una vettura non può, né potrà mai dare la garanzia di autenticità alla vettura stessa. A maggior ragione se l'informazione arriva senza filtro particolare. Del resto, chi oggi è veramente in grado di riconoscere un'Alfa Romeo Giulietta Sprint falsa da una vera? Tuttavia, se le informazioni sono molteplici, si possono incrociare, si possono valutare e poi ciascuno, autonomamente, potrà tranne delle conseguenze grazie alla "circolazione della conoscenza". Più informazioni esistono su un certo modello, più è possibile maturare un'opinione, giusta o sbagliata, un'opinione.
Dovendo rifare i sedili di una Giulietta Sprint e se nell'AlfaRegister ne sono registrate novantacinque con l'interno in stoffa e cinque con l'interno in velluto, sarà sì possibile rifarla con il velluto ma è più facile commettere un errore storico. E non si creda che, oggi, tutto sia acclarato e fuori discussione: in molti "sacri testi", infatti, sono riportati macroscopici errori che vengono poi tramandati...

COME FARE
Basta cliccare su alfaregister.net, registrarsi, come in molti siti, ottenere la password e iniziare un'interessante navigazione tra tante Alfa, inserire la propria (sempre in modo assolutamente anonimo) e aiutare in futuro con altre segnalazioni.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità , Alfa Romeo , lifestyle


Top