dalla Home

Mercato

pubblicato il 22 gennaio 2010

Landi Renzo: negli USA a tutto gas

Avviate le attività negli States con la controllata Landi Renzo USA Corporation

Landi Renzo: negli USA a tutto gas

Per la Landi Renzo S.p.A. è arrivato il momento di sbarcare in America. La politica "verde" del Presidente Barack Obama e l'intensificarsi della ricerca di fonti energetiche alternative al petrolio (il cui prezzo al barile sta diventando sempre più alto e intollerabile per la maggioranza degli americani) hanno convinto l'azienda italiana, leader nella produzione di impianti a GPL e metano, a scommettere su questo nuovo mercato, ancora acerbo, ma ricco di prospettive. Secondo le stime dell'azienda, la domanda di auto alimentate a gas è desitata a crescere, trainata da un lato dalla voglia dell'utente di risparmiare sul carburante e dall'altro dalle leggi sempre più severe sulle emissioni inquinanti. Per venire incontro a questa nuova clientela la Landi Renzo ha investito nella "Landi Renzo USA Corporation" che, presieduta da Andrea Landi, curerà tutte le attività necessarie per fornire al mercato auto statunitense sistemi di alimentazione ecocompatibili nel più breve tempo possibile.

La sede operativa sarà in California, Stato "portabandiera delle energie alternative", come l'ha definita Stefano Landi, Vice Presidente della Landi Renzo S.p.A., che vede nelle flotte aziendali i primi clienti. "Le grandi corporation USA si stanno muovendo per la conversione delle proprie flotte", ha detto, citando l'esempio della AT&T, che ha già iniziato la metanizzazione della propria flotta, e della Verizon, che sta preparando un bando di gara per alcune migliaia di veicoli. "Ecco, lì ci piacerebbe partecipare", ci ha detto Stefano Landi, spiegando che queste grandi aziende, oltre ad investire nell'acquisto delle vetture, puntano ad essere indipendenti dal punto di vista del rifornimento e costruiscono nei loro depositi delle stazioni ad hoc, che servono anche da richiamo per gli automobilisti che abitano nelle vicinanze e che per questo potrebbero essere tentati dall'acquisto di un'auto a gas.

Ma il più grande affare iniziale per la Landi Renzo potrebbe arrivare dalle flotte pubbliche. "C'è un progetto in discussione presso il parlamento americano (il Nas Gas Act) il quale prevede che entro il 2014 il 50% delle flotte pubbliche sia alimentato a gas naturale", ha detto Stefano Landi. Si tratta di un mercato da 2 milioni di autovetture che di certo sarebbe un ottimo trampolino di lancio negli USA per l'azienda italiana, già presente con sue controllate in Europa (Polonia, Olanda, Romania), Asia (Cina, Pakistan e Iran) e Sud America (Brasile, Venezuela).

Autore:

Tag: Mercato , gpl , metano


Top