dalla Home

Mercato

pubblicato il 21 gennaio 2010

Lexus LFA: tutto esaurito

I 500 esemplari previsti per la ipersportiva giapponese sono stati tutti prenotati

Lexus LFA: tutto esaurito
Galleria fotografica - Lexus LFA Galleria fotografica - Lexus LFA
  • Lexus LFA  - anteprima 1
  • Lexus LFA  - anteprima 2
  • Lexus LFA  - anteprima 3
  • Lexus LFA  - anteprima 4
  • Lexus LFA  - anteprima 5
  • Lexus LFA  - anteprima 6

Alla bottega della LFA quelli della Lexus hanno appeso il cartello "tutto esaurito". A soli due mesi e mezzo dalla presentazione, avvenuta al Salone di Tokyo, la casa giapponese del gruppo Toyota ha infatti comunicato di aver praticamente venduto l'intera produzione di 500 unità e che le richieste pervenute per la propria supersportiva dai 56 paesi nei quali è stata messa in vendita hanno superato di gran lunga questo numero e ben prima del termine fissato al 14 marzo, giorno di chiusura del Salone di Ginevra (4-14 marzo).

Entro questa data i clienti potenziali hanno il tempo di manifestare il proprio interesse e confermarlo con un congruo acconto. Da aprile a maggio avverrà invece l'assegnazione di ogni singolo esemplare della LFA ad ogni cliente che potrà così portarsi nel garage un pezzo davvero esclusivo, sia per le sue caratteristiche sia per il suo prezzo di 375mila euro. La produzione partirà poi entro la fine dell'anno al ritmo di 20 esemplari al mese nello stabilimento di Motomachi dove ogni motore viene assemblato a mano e viene realizzato, secondo tre metodi differenti, ogni singolo pezzo della scocca in carbonio.

Un successo dunque davvero clamoroso e forse anche insperato nelle dimensioni. Lexus è infatti conosciuta - e non con la stessa forza - nel mondo per la qualità, il lusso, il comfort delle proprie vetture e per aver fatto una scelta di campo con l'ibrido, ma solo ultimamente si sta affacciando sul terreno delle prestazioni con la serie F, dal Fuji, il circuito dove Toyota mette a punto le proprie vetture. Nessuno però si aspettava una Lexus che, dopo aver sfidato e talvolta battuto Audi, BMW e Mercedes, si sarebbe inoltrata sul difficilissimo terreno presidiato da mostri sacri come Ferrari, Lamborghini e Porsche. Lexus invece ci ha provato e con la LFA sembra aver raggiunto il proprio obiettivo. La maggior parte della produzione andrà naturalmente negli USA, dove Lexus è il marchio premium numero uno, ma anche in Giappone e in Europa anche se non è stato comunicato se tra gli acquirenti della LFA ci sia almeno un italiano.

Ricordiamo che la LFA, che OmniAuto.it ha avuto l'opportunità di guidare l'ottobre scorso, è una coupé due posti lunga 4 metri e mezzo a motore anteriore e trazione posteriore con scocca in carbonio. Il suo V10 di 4,8 litri con bancate a 72° e lubrificazione a carter secco eroga 560 CV, ha un regime di rotazione massimo di 9.000 giri/min ed è capace di far accelerare la LFA da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi e farle raggiungere 325 km/h. Il cambio è sequenziale a 6 rapporti e lo sterzo ha la servo assistenza elettromeccanica. Beato chi se la potrà godere.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Lexus , produzione


Top