dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 gennaio 2010

Ferrari storiche all'asta a Monaco

La 250 GT Tour de France potrebbe superare i 2,5 milioni di euro

Ferrari storiche all'asta a Monaco
Galleria fotografica - Ferrari all'asta RM di MonacoGalleria fotografica - Ferrari all'asta RM di Monaco
  • Ferrari all\'asta RM di Monaco - anteprima 1
  • Ferrari all\'asta RM di Monaco - anteprima 2
  • Ferrari all\'asta RM di Monaco - anteprima 3
  • Ferrari all\'asta RM di Monaco - anteprima 4

Il prossimo primo maggio il Principato di Monaco ospita per la casa d'aste RM Auctions la vendita di una notevole collezione di Ferrari d'epoca, la cui rappresentante più quotata è una 250 GT Tour de France. La coupé con carrozzeria d'alluminio realizzata da Scaglietti è un esemplare del 1958 verniciato in colore "Rosso Barchetta" e sicuramente uno dei meglio conservati, essendo rimasto fino al 1986 nel suo ovattato rifugio della collezione Harrah a Reno, in Nevada. Questa Tour de France con telaio 0925 GT, uno dei soli 29 esemplari della cosiddetta Serie IV, ha all'attivo poco più di 28.000 chilometri ed è stata venduta nuova nel 1958 a William Fisk Harrah, magnate dei casinò e degli alberghi tanto ricco quanto appassionato di auto belle e veloci.

La storia agonistica di questa 250 GT va ricercata quindi solo nelle rievocazioni storiche e nelle famose gare di regolarità cui la splendida coupé partecipa fin dagli anni Novanta, Mille Miglia, Tour de France Auto e Coppa d'Oro delle Dolomiti incluse. I vari passaggi di proprietà e i cambi di residenza fra California, Austria, Giappone e Germania non intaccano la bellezza statuaria di questo capolavoro Ferrari, che si presenta al Grimaldi Forum di Montecarlo con una stima d'asta compresa fra i 2 e 2,5 milioni di euro.

Un'altra occasione per entrare in possesso di una prestigiosa Rossa del passato è rappresentata dalla vendita all'incanto di una rara Ferrari 225 Sport Vignale Berlinetta (telaio 0170ET) del 1952 con guida a destra, una delle due versioni alleggerite da competizione "Tuboscocca", derivate dalla 212 Export. Questo esemplare in particolare ha avuto come primo proprietario Augusto Caraceni, che l'ha portata senza troppo successo alla Mille Miglia del '52. Una lunga sequenza di cambi di mano ha permesso alla bella coupé Vignale rossa con tetto nero a ripercorrere le strade delle Brescia-Roma-Brescia nel 1990, nel 1992 e nel 2002. La stima fornita da RM Auctions è di 600/800.000 euro.

In contemporanea con il settimo Grand Prix Historique de Monaco, l'asta RM offre anche al pubblico dei danarosi interessati una Ferrari 365 GTB/4 Daytona Spyder del 1971. Questa rara rappresentante della ristretta stirpe di 125 esemplari costruiti da Pinifarina ha numero di telaio 14553, brillante verniciatura gialla e un prezzo stimato di 600/800.000 euro. Altrettanto interessanti e dispendiose risulteranno di sicuro anche la 250 Europa Pinin Farina Coupé presentata dalla Casa di Maranello al Salone di Parigi del 1954 (telaio 0349), valutata 450/700.000 euro e la 275 GTB del 1965 (telaio 7939) che potrebbe spuntare quotazioni comprese fra i 700.000 e 900.000 euro.

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , aste


Top