dalla Home

Mercato

pubblicato il 13 gennaio 2010

SsangYong: riprende la produzione

Dopo un 2009 terribile si riparte. Il nuovo C200 debutterà a Parigi

SsangYong: riprende la produzione

Il peggio potrebbe essere alle spalle, almeno per il momento, per SsangYong, il più piccolo dei costruttori coreani che nel 2009 ha rischiato seriamente la chiusura in seguito ad un 2008 con vendite in picchiata fino al -30% e un 2009 chiuso con un pauroso -66%, passando anche per uno sciopero dei lavoratori lungo ben 77 giorni contro la decisione di ridurre la forza lavoro di oltre un terzo.

In dicembre la corte fallimentare di Seoul, che aveva deciso per l'amministrazione controllata del Marchio sudcoreano, ha approvato il piano di salvataggio che prevede il riassetto delle quote fra la cinese SAIC, finora azionista di maggioranza col 51%, e la Korea Development Bank, oltre al ripianamento nei prossimi 10 anni dei debiti stimati in oltre 1 miliardo di dollari USA.

In Corea è da qualche giorno ripresa la produzione dei modelli già in gamma e lo sviluppo del nuovo crossover C200, presentato due anni fa al Salone di Parigi allo stato di concept e transitato per l'ultimo Seoul Motor Show in versione sempre più vicina alla veste definitiva che verrà finalmente presentata al prossimo Salone di Parigi (2-17 ottobre 2010).

Autore:

Tag: Mercato , Ssangyong


Top