dalla Home

Novità

pubblicato il 13 gennaio 2010

MINI 2010

Gamma a benzina più potente ed efficiente. In arrivo One Cabrio e MINIMALISM

MINI 2010
Galleria fotografica - MINI 2010Galleria fotografica - MINI 2010
  • MINI 2010 - anteprima 1
  • MINI 2010 - anteprima 2
  • MINI 2010 - anteprima 3
  • MINI 2010 - anteprima 4
  • MINI 2010 - anteprima 5
  • MINI 2010 - anteprima 6

Per il 2010 la MINI si presenta con una rinnovata gamma di motori a benzina, tutti Euro 5 e caratterizzati da maggiore potenza, efficienza e un ridotto livello di consumi ed emissioni allo scarico. Tutti i nuovi propulsori adottano misure per ridurre gli attriti interni e migliorare la gestione del calore, utilizzando una pompa dell'olio controllata elettronicamente che viene attivata in funzione alle reali necessità. Anche la distribuzione Valvetronic è estesa a tutti i modelli.

Il motore della MINI Cooper S ha ora 184 CV, contro i precedenti 175 CV, mentre la MINI Cooper vanta un piccolo incremento di potenza fino a 122 CV. I modelli d'ingresso gamma MINI One sfoggiano invece una cilindrata che sale da 1.4 a 1.6 litri, con due livelli di potenza da 75 e 98 CV. Assolutamente inedite e attese al lancio commerciale nel marzo 2010 sono la MINI One Cabrio, spinta dal 1.6 da 98 CV, e la MINI One MINIMALISM, che con il suo 1.6 da 75 CV raggiunge i più alti valori di efficienza per una MINI a benzina.

MINI COOPER S 184 CV
Grazie all'adozione della distribuzione completamente variabile, basata sul Valvetronic BMW, il motore 1.6 turbocompresso delle Cooper S ottimizza il proprio funzionamento sia sul fronte delle prestazioni che dell'efficienza. L'apertura delle valvole di aspirazione e il tempo di alzata viene regolato in tempi brevissimi, in modo da adattarsi alla potenza richiesta dal guidatore. La potenza massima di 184 CV viene sviluppata a 5.500 giri/min e il picco di coppia massima, pari a 240 Nm, è raggiunto già a 1.600 giri/min. Un dispositivo automatico di overboost temporaneo permette di innalzare per brevi periodi questo valore fino a 260 Nm. Di serie è il cambio manuale a sei velocità, con sincronizzazione delle marce ottimizzata dall'utilizzo del rivestimento in carbonio per le guarnizioni della frizione. In futuro questo cambio avrà anche il recupero automatico del gioco della frizione. Come opzione si può avere il cambio automatico a sei marce, completo di palette al volante, caratterizzato da una mappatura ancora più efficiente.

La MINI Cooper S accelera da 0 a 100 km/h in 7,0 secondi e può raggiungere una velocità massima di 228 km/h, rispettivamente 3 decimi di secondo in meno e 8 km/h in più del modello uscente. Anche consumi ed emissioni sono migliorati, passando a 5,8 l/100 km nel ciclo combinato e 136 g/km di CO2. Il miglioramento globale delle prestazioni e dell'efficienza riguarda anche la MINI Cooper S Clubman, che accelera da zero a 100 km/h in 7,5 secondi e arriva fino a 227 km/h, consumando mediamente 5,9 litri di benzina ogni 100 chilometri ed emettendo 137 g/km di anidride carbonica. Allo stesso modo la nuova MINI Cooper S Cabrio raggiunge invece i 100 km/h in 7,3 secondi, tocca i 225 km/h, consuma 6,0 litri/100 km ed emette 139 g/km di CO2.

MINI COOPER 122 CV
Per il 2010 il 1.6 aspirato della MINI Cooper innalza la potenza fino a 122 CV (a 6.000 giri/min), sfrutta la distribuzione completamente variabile e ottiene una coppia massima di 160 Nm a 4.250 giri/min. La nuova MINI Cooper accelera da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi, ha una velocità massima è di 203 km/h. Queste splendide prestazioni si accompagnano ad un consumo medio di 5,4 litri/100 km nel ciclo EU ed emissioni di CO2 ridotte ad appena 127 g/km. Un tempo di 9,8 secondi è invece necessario per toccare i 100 orari alla MINI Cooper Clubman e alla MINI Cooper Cabrio, capaci di arrivare rispettivamente a 201 e 198 km/h; anche per la wagon e la versione scoperta sorprende piacevolmente la riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 (quasi il 20%), pari rispettivamente a 5,5 l/100 km - 129 g/km e 5,7 l/100 km - 133 g/km.

MINI ONE 98 CV
La MINI One aumenta la cilindrata da 1,4 litri a 1,6 litri, aumentando la potenza massima di 3 CV rispetto all'atttuale modello. Con i suoi 98 CV a 6.000 giri/min e i 153 Nm da 3.000 giri/min, il quattro cilindri con controllo variabile della distribuzione permette alla MINI One di scattare da fermo a 100 km/h in 10,5 secondi (4 decimi in meno rispetto al suo predecessore) e di arrivare fino a 186 km/h. I 5,4 litri/100 km nel ciclo EU e le emissioni di 127 g/km dimostrano ulteriormente il buon lavoro svolto per renderla ancora più parsimoniosa. La versione Clubman, dal canto suo, risponde con 11,1 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e 185 km/h di velocità massima, con un consumo medio di 5,5 litri/100 km e 129 g/km di CO2.

MINI ONE CABRIO
Lo stesso motore 1.6 da 98 CV viene per la prima volta installato sulla seconda serie della versione aperta, dando vita alla MINI One Cabrio (da marzo 2010), modello d'ingresso particolarmente interessante per la sua capacità di coniugare l'esperienza della guida all'aria aperta e i ridotti costi di gestione. Se le prestazioni sono le più basse della gamma MINI Cabrio (181 km/h e 11,3 secondi da 0 a 100 km/h), la piccola inglese si accontenta mediamente di 5,7 litri di benzina per fare 100 chilometri, con emissioni pari a 133 g/km di CO2. Nella dotazione di serie restano incluse la capote in tela ad azionamento elettroidraulico, il controllo della stabilità e i quattro airbag, ampliabile anche con il sistema Always Open Timer che registra il tempo di guida con l'auto scoperta.

MINI ONE 55 KW
Anche la MINI One 55kW, mossa dal nuovo 1.6 aspirato con una potenza di 75 CV trae beneficio dall'opera di ottimizzazione. Rispetto al precedente propulsore 1.4 di pari potenza, il nuovo 1.6 incrementa di 20 Nm il picco di coppia massima, ora a 140 Nm a 2.250 giri/min. In questo modo la MINI One 55 kW può accelerare da 0 a 100 km/h in 13,2 secondi e toccare i 175 km/h. I consumi medi nel ciclo europeo si fermano a 5,4 litri/100 km, mentre le emissioni di CO2 scendono a 127 g/km.

MINI ONE MINIMALISM
A partire dal prossimo mese di marzo la gamma verrà arricchita dalla MINI One MINIMSALISM, spinta sempre dal 1.6 di 75 CV, ma con un'ancora più attenta gestione di consumi ed emissioni. L'adozione del sistema di rigenerazione dell'energia frenante, della funzione Auto Start Stop e dell'indicatore di cambio marcia, permettono di ridurre ulteriormente il consumo medio a quota 5,1 litri/100 km e le emissioni a 119 g/km di CO2. Restano di serie il cambio manuale a 6 marce e il controllo di stabilità, mentre una serie di caratteristiche peculiari distinguono la MINIMALISM dal resto della gamma, come per esempio le ruote ottimizzate aerodinamicamente, il logo specifico e gli elementi di design Pepper White sulla calandra.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Novità , Mini


Top