dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 11 gennaio 2010

GMC Granite Concept

Ecco l’MPV compatto destinato a dare battaglia a Cube, Scion, Kia Soul e Honda Element

GMC Granite Concept
Galleria fotografica - GMC Granite ConceptGalleria fotografica - GMC Granite Concept
  • GMC Granite Concept - anteprima 1
  • GMC Granite Concept - anteprima 2
  • GMC Granite Concept - anteprima 3
  • GMC Granite Concept - anteprima 4
  • GMC Granite Concept - anteprima 5
  • GMC Granite Concept - anteprima 6

Il nome della GMC Urban Utility Concept è Granite, così infatti si chiama il prototipo di auto compatta che il marchio di General Motors più dedicato ai truck presenta oggi al NAIAS 2010 di Detroit.

Come previsto, si tratta di un crossover a metà strada tra mpv, berlina e SUV lungo poco più di 4 metri (e 10 centimetri), in pratica quanto una Kia Soul o una Cube, 15 cm meno della Scion xB e i 21 cm in meno della Honda Element, tutti modelli con i quali la probabile versione definitiva della Granite sarà chiamata a confrontarsi.

La Granite è stata sviluppata come stile da un team transnazionale, ha un passo di 2,63 metri, è alta 1,54 metri ed è larga ben 1,79 metri che con una forma così squadrata e l'aggressività di tutti gli elementi (tra cui le ruote da 20 pollici) di stile si vedono tutti. Se il frontale ricorda il Terrain, ultimo dello della GMC, le dimensioni ricordano soprattutto la nuova Opel Meriva che, proprio come il concept americano, ha le portiere posteriori che si aprono controvento (definite qui "French doors") e, date le parentele, è facile supporre che la struttura sia la stessa anche se voci di corridoio indicano nella piataforma Delta II dell'Astra quella che sarà prescelta per il veicolo di serie. Per fare onore però alla sua natura di prototipo, la Granite non ha il montante centrale, ma qualora diventasse una vettura vera, non potrà fare a meno di averlo.

Da concept invece l'abitacolo con quattro sedili individuali, rivestiti in Nubuck scamosciato e tutti abbattibili per modulare lo spazio interno. La plancia è sviluppata soprattutto in senso orizzontale, ma con alcuni comandi anche sul tunnel. La strumentazione ricorda quella di alcuni orologi sportivi ed è ispirata anche al mondo dell'aeronautica mentre il sistema multifunzione si avvale di uno schermo dotato della raffinata tecnologia a LED. L'elettronica di bordo prevede l'interconnessione con un laptop. Molto interessante il comando del cambio a cursore rotante posizionato sul tunnel, evidentemente il 6 rapporti che la casa dichiara è un automatico di natura imprecisata nel quale l'innesto delle singole marce è governato by-wire ed è confermato da indicatori presenti sullo stesso pomello del cambio e sulla strumentazione.

Il motore invece è l'1,4 litri turbo che GM ha già montato sull'Astra ed è destinato a molti altri modelli del gruppo. L'arrivo della Granite in versione definitiva potrebbe essere il 2012, ma conferme dirette non sono state ancora date. In GM, si sa, ultimamente la decisione non è di casa.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , General Motors


Top