dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 8 gennaio 2010

Peugeot SR1

Nuovo stile per il Leone

Peugeot SR1
Galleria fotografica - Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010Galleria fotografica - Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010
  • Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010 - anteprima 1
  • Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010 - anteprima 2
  • Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010 - anteprima 3
  • Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010 - anteprima 4
  • Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010 - anteprima 5
  • Peugeot SR1 al Salone di Parigi 2010 - anteprima 6

Una scoperta da 313 CV con trazione integrale e 4 ruote sterzanti. No, non è un'Audi né una BMW o una giapponese, ma la Peugeot SR1, un concept ibrido che la Casa del Leone ha presentato oggi e che introduce non solo il nuovo marchio ristilizzato, ma anche il nuovo linguaggio stilistico che Peugeot svilupperà per le sue prossime vetture a partire dalla 408, la berlina il cui arrivo è previsto per la fine dell'anno e che sarà, come di consueto, accompagnata anche da una coupé alla quale la SR1 potrebbe somigliare parecchio.

Gli elementi nuovi riguardano prima di tutto le proporzioni e il frontale, con fari protesi all'indietro, ma lateralmente e una calandra prominente, ma decisamente più discreta delle bocche alle quali la Peugeot ci aveva abituato. Molto elegante il gioco di luci tra passaruota, parafanghi e montanti ed interessanti anche le "unghiate" nella parte laterale sul cofano motore sul quale spariscono le linee di congiunzione a freccia tra il muso felino e i montanti anteriori. Sul concept tutti i gruppi ottici sono a LED. Bello e innovativo anche il tetto rigido per la cui forma e struttura si è attinto alla miglior tecnologia nautica. In carbonio invece la carrozzeria in un sol pezzo appoggiata su un telaio tubolare, una soluzione più da vettura da corsa che di serie, ma che fa risparmiare peso e offre grande libertà nelle forme. Particolare anche l'abitacolo con la plancia divisa in due (molto avvolgente per il pilota, per la massima praticità e libertà di movimento quella del passeggero) e un posto posteriore ausiliario tanto che Peugeot definisce la SR1 una 2+1. Originale anche il vano ricavato per l'orologio da polso che è stato disegnato apposta dalla Bell&Ross e realizzato con inserti di alluminio fresato.

La parte propulsiva è quella già vista su un altro concept, la RC HYmotion4 presentata al Salone di Parigi del 2008, ovvero un ibrido composto del noto 1.6 turbo a iniezione diretta potenziato a 218 CV per le ruote anteriori e da un elettrico da 95 CV per le ruote posteriori. Uno schema analogo, ma con prestazioni inferiori, all'HYmotion4 destinato ad alcune vetture del gruppo PSA e che debutterà sulla 3008 nel 2011. Il sistema decide se fare della SR1 una normale auto a trazione anteriore, un'integrale ibrida dalle grandi prestazioni o una elettrica negli spostamenti in città per avere le emissioni zero. Nel ciclo combinato invece la SR1 consuma 4,9 litri/100 km ed emette 119 g/km di CO2. In più, la SR1 adotta anche il sistema a 4 ruote sterzanti composto da servomotori singoli che agiscono separatamente su ogni delle ruote posteriori e sono governati da una centralina elettronica che decide come e quando intervenire in base alla velocità del veicolo e all'angolo di sterzo impresso dal guidatore.

Galleria fotografica - Peugeot SR1Galleria fotografica - Peugeot SR1
  • Peugeot SR1 - anteprima 1
  • Peugeot SR1 - anteprima 2
  • Peugeot SR1 - anteprima 3
  • Peugeot SR1 - anteprima 4
  • Peugeot SR1 - anteprima 5
  • Peugeot SR1 - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , Peugeot , parigi , car design


Top