dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 8 gennaio 2010

Chrysler 300 S8 ed S6

Meno cromata più “italiana” l’ammiraglia americana in versione speciale per gli USA

Chrysler 300 S8 ed S6
Galleria fotografica - Chrysler 300 S8 ed S6 Galleria fotografica - Chrysler 300 S8 ed S6
  • Chrysler 300 S8   - anteprima 1
  • Chrysler 300 S8   - anteprima 2
  • Chrysler 300 S8 - anteprima 3
  • Chrysler 300 S8
   - anteprima 4
  • Chrysler 300 S8	   - anteprima 5
  • Chrysler 300 S6   - anteprima 6

La Chrysler 300C (che negli USA si chiama senza la C) si presenta a Detroit con una versione speciale denominata S, seguita dal numero dei cilindri del motore e stilizzata in rosso come una strada tortuosa (sarà contenta la MINI...), dunque S6 con il V6 3.5 e S8 con il V8 5.7 HEMI. Sarà contenta sicuramente l'Audi. Esteticamente questa versione speciale è meno cromata e più scura. Lo dimostrano in particolare la calandra la cui griglia perde la finitura lucida, i parafanghi, ora completamente in tinta con la carrozzeria, e i gruppi ottici che sono ora bruniti. La 300 così appare lateralmente più liscia, e ancora più massiccia e robusta accompagnata dai cerchi da 20 pollici a 12 razze con finitura satinata.

Modifiche anche all'interno dell'abitacolo nel quale spicca il grande volante con razze rivestite in materiale metallico e la corona cucita di rosso con la parte superiore di pelle a trama incrociata tipo carbonio, una particolarità che troviamo anche sulle maniglie di apertura delle portiere. Sportivi i sedili rivestiti in pelle e scamosciato perforato grigio scuro e cuciti anch'essi a filo rosso. Nuovo invece l'impianto audio Kicker con 13 altoparlanti da 322 Watt e 100 Watt dedicati solo al subwoofer, completo anche di sistema Uconnect™ per il vivavoce, controlli per l'iPod® Control e la radio satellitare Sirius.

Invariati i motori con il V6 3.5 da 250 CV con distribuzione ad albero a camme in testa con 4 valvole per cilindro e il V8 5.7 HEMI da 350 CV con distribuzione ad albero a camme centrale e 2 valvole per cilindro comandate da aste e bilanceri e dotato di sistema di disattivazione selettiva dei cilindri Multi-displacement System (MDS) In pratica, a regimi e carichi ridotti, vengono disattivati 4 cilindri e i consumi vengono abbattuti anche del 20%. Entrambi sono accoppiati a un cambio automatico a 5 rapporti con modalità sequenziale. Aggiornamenti anche per l'assetto, ora più "italiano" e orientato alle prestazioni grazie a tarature più sportive per sospensioni, sterzo e freni. Questa versione speciale arriverà sul mercato nordamericano in primavera, nessuna variazione prevista invece per l'Europa dove è la 300C è commercializzata anche in carrozzeria Touring (fino all'anno scorso anche negli USA con il nome di Dodge Magnum) e ha in listino anche il Diesel V6 3.0 da 218 CV.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Chrysler


Top