dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 8 gennaio 2010

Buick Regal GS: americana all’europea

La cugina yankee della Insignia in versione sportiva con motore 4 cilindri turbo

Buick Regal GS: americana all’europea
Galleria fotografica - Buick Regal GSGalleria fotografica - Buick Regal GS
  • Buick Regal GS - anteprima 1
  • Buick Regal GS - anteprima 2
  • Buick Regal GS - anteprima 3
  • Buick Regal GS - anteprima 4
  • Buick Regal GS - anteprima 5
  • Buick Regal GS - anteprima 6

Americana, ma ancora più europea della cugina tedesca dalla quale deriva. È la Buick Regal GS (che sta per Gran Sport, storica denominazione sportiva delle Buick) attesa al debutto al NAIAS i Detroit (11-24 gennaio) e che costituisce la versione sportiva delle berlina americana basata sulla stessa scocca della Opel Insignia e sulla stessa veste esteriore della versione sportiva OPC. Ma se quest'ultima ha un V6 2.8 turbo da 300 CV, la Regal si accontenta di un 4 cilindri 2 litri turbo a iniezione diretta da 258 CV e ben 400 Nm di coppia utilizzando quindi al meglio la filosofia del downsizing, l'esatto contrario della dottrina americana dei "cubic inches" e ancora più europea dell'europea OPC.

Il motore è lo stesso LNF che ha debuttato sulla Opel GT e costruito nello stabilimento di Spring Hill, in Tennessee. Si tratta di un'unità adotta anche sulla Insignia (ma depotenziata a 220 CV) e molto sofisticata visto che ha l'iniezione diretta, sovralimentazione con turbocompressore twin-scroll, distribuzione 4 valvole per cilindro con doppio variatore di fase, controalberi di bilanciamento, può essere disposto trasversalmente o longitudinalmente e completo pesa solo 138 kg. Il cambio sarà solo manuale a 6 rapporti e 6 sono i secondi sufficienti per coprire la classica prova da 0 a 100 km/h.

La Regal GS ha tutto il corredo di tecnologia applicata all'autotelaio della Insignia OPC. Prima di tutto il sistema integrato di controllo elettronico, qui chiamata Interactive Drive Control System, che armonizza l'ESP, le sospensioni a smorzamento controllato e il sistema di trazione integrale attivo Haldex di quarta generazione. Attraverso un pulsante, si può modificare istantaneamente la risposta della vettura, agendo anche su acceleratore e sterzo, rendendola più sportiva o confortevole. Quando viene selezionata la modalità più dinamica, la retroilluminazione della strumentazione passa dal bianco al blu. L'impianto frenante è Brembo con dischi forati da 355 mm e pinze monoblocco a 4 pistoncini mentre le ruote sono da 20 pollici con pneumatici Bridgestone 245/35ZR20. Analoga all'Insignia OPC sono gli interni con sedili dotati di supporti laterali rivestiti in pelle e seduta in scamosciato che si trova anche sul volante sportivo e sulla leva del cambio.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , General Motors


Top