dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 29 dicembre 2009

Mustang GT 5.0 V8

La pony car Ford si riappropria della classica cilindrata per un nuovo V8 più potente e pulito

Mustang GT 5.0 V8
Galleria fotografica - Mustang GT 5.0 V8Galleria fotografica - Mustang GT 5.0 V8
  • Mustang GT 5.0 V8 - anteprima 1
  • Mustang GT 5.0 V8 - anteprima 2
  • Mustang GT 5.0 V8 - anteprima 3
  • Mustang GT 5.0 V8 - anteprima 4
  • Mustang GT 5.0 V8 - anteprima 5
  • Mustang GT 5.0 V8 - anteprima 6

La Mustang GT con il nuovo motore 5 litri farà rivivere la magica sigla 5.0 (da leggersi five-point-o) o 302 (leggasi three-o-two) che indica la stessa cilindrata espressa in pollici cubici, entrambe tanto care agli appassionati che l'hanno vista campeggiare sul fianco della pony car dell'Ovale Blu dal 1968 al 1995. Ma ora la Mustang GT, dopo aver guadagnato un inedito V6 3.7 da CV, si rinnova anche il suo motore più classico mandando in pensione il 4.6 da 315 CV della famiglia Triton con un moderno V8 5 litri da ben 412 CV a 6.500 giri/min. Il motore 5.0 si era già riaffacciato nel 2005 su una Mustang, ma si trattava del "Cammer" della GT500 nato per le competizioni e pur sempre derivato dall'unità preesistente mentre per il nuovo le novità sono sostanziali e producono miglioramenti marcati non solo nelle prestazioni, ma anche per consumi ed emissioni.

La novità maggiore della nuova unità, tutta in alluminio come la precedente, è la distribuzione con doppio albero a camme in testa a 4 valvole per cilindro al posto della monoalbero a 3 valvole del 4.6. In più, come sul nuovo V6, arriva il sistema di variazione della fasatura Twin Independent Variable Camshaft Timing (Ti-VCT) che agisce sia sul lato aspirazione sia su quello di scarico. Per i profili delle camme, i tecnici Ford dicono di aver utilizzato come base di partenza le parti fornite per le competizioni in post-vendita, ovviamente modificate per l'affidabilità di un motore stradale, ed in effetti i progettisti della nuova unità hanno lavorato sul "large block" 7 litri da 800 CV utilizzato nel campionato Nascar. Ottimizzati anche il raffreddamento, la lubrificazione con getti dedicati per i pistoni, e la fluidodinamica per l'aspirazione e lo scarico.

Al contrario del predecessore, il 5 litri è leggermente infraquadro (alesaggio per corsa di 92,2x92,7 mm contro 90,2x90 del 4.6) e ha un rapporto di compressione nettamente più alto (11:1 contro 9,7:1). Ne viene fuori un motore dal rendimento termodinamico nettamente superiore, capace di girare fino a 7.000 giri/min contro i 6.250 del 4.6 e di erogare 529 Nm di coppia a 4.250 giri/min contro 441 allo stesso regime e con una curva meno favorevole. Davvero notevole inoltre è il guadagno sia in potenza specifica sia in peso: solo 195 kg con un miglioramento secco del 20% che, in termini di potenza specifica CV/kg, è ancora più rimarchevole (2,11 contro 1,35 ovvero 56% in più). Il merito del guadagno di peso è dovuto all'evoluzione strutturale, ma anche all'utilizzo di materiale composito per il collettore d'aspirazione e il coperchio punterie e per l'adozione di alberi camme cavi.

Diversi anche i cambi. Dai 5 rapporti si è passati ai 6 rapporti, anche in questo caso si tratta di un meccanico della Tremec con rapporto finale 3,31:1 o di un automatico di costruzione Ford con un più lungo 3,15:1 con il quale la Mustang GT riesce ad essere persino leggermente più sobria. In generale, il miglioramento in termini di consumo rispetto alla vettura con motore 4.6 raggiunge il 12%. Un contributo lo dà anche lo sterzo elettromeccanico al posto di quello idraulico classico. La trasmissione è completata nella parte posteriore da un differenziale a slittamento limitato della Dana. Gli altri aggiornamenti della GT riguardano anche le sospensioni, dotate di barre stabilizzatrici più massicce, e i freni con i dischi anteriori che passano da 312 a 336 mm mentre quelli posteriori rimangono di 300 mm. A richiesta, si può avere anche l'impianto Brembo. La nuova Mustang GT debutterà al prossimo Salone di Detroit (11-23 gennaio 2010).

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Ford


Top