dalla Home

Retrospettive

pubblicato il 25 dicembre 2009

Alfa Romeo: dalla 145 alla Giulietta

Quindici anni di compatte del Biscione

Alfa Romeo: dalla 145 alla Giulietta
Galleria fotografica - Alfa Romeo 145Galleria fotografica - Alfa Romeo 145
  • Alfa Romeo 145 - anteprima 1
  • Alfa Romeo 145 - anteprima 2
  • Alfa Romeo 145 - anteprima 3
  • Alfa Romeo 145 - anteprima 4
  • Alfa Romeo 145 - anteprima 5
  • Alfa Romeo 145 - anteprima 6

Per Alfa Romeo l'arrivo alla nuova Giulietta rappresenta un punto nodale nell'evoluzione della famiglia di compatte con ambizioni europee, cominciata nel 1994 con la 145 e passata attraverso l'importante tappa della 147. Se quindici anni fa l'Alfa Romeo poteva permettersi di presentare una nuova vettura con motori presi interamente dalla serie precedente, nel 2010 la Giulietta ha il compito di portare al debutto la nuova piattaforma C-Evo, versione evoluta di quella impiegata da Fiat Bravo e Lancia Delta, con un corredo di motori dell'ultima generazione, sia benzina MultiAir che diesel MultiJet 2. Le sue avversarie si chiamano Volkswagen Golf, BMW Serie 1, Peugeot 308, Mazda3, Opel Astra e contro una simile concorrenza sui mercati europei e mondiali non c'è spazio per improvvisazioni: efficienza, design e qualità sono le uniche argomentazioni possibili.

ALFA 145
Al Salone di Torino del 1994, una delle ultime edizioni per la storica manifestazione piemontese, la compatta Alfa Romeo 145 si presenta al mondo con un design che lascia molti a bocca aperta. La sostituta della ormai datata Alfa 33 si stacca nettamente dall'immagine ormai familiare della compatta derivata dalla Alfasud, con uno stile impostato da Chris Bangle che spicca per la inconsueta forma dei volumi posteriori. La tre porte prodotta a Pomigliano d'Arco presenta infatti una marcata forma a cuneo della linea di cintura in cui la fiancata, adornata da una profonda scalfatura, sale verso la coda e offre lo spazio ad una vetratura continua nera, interrotta solo dal piccolo finestrino a compasso riservato ai passeggeri posteriori. Anche il portellone ha una inedita linea inferiore del lunotto a V, dettaglio che assieme all'appuntito frontale contribuisce a dare alla vettura una originale immagine sportiva.
La versione a 2 volumi e mezzo, uscita nel 1995 con il nome di Alfa 146, propone una più canonica forma a 5 porte e piccola coda tronca con portellone, modello che riscuote un maggiore successo di vendite pur non brillando per originalità. Per entrambe il pianale è quello della Fiat Tipo, prolifica base da cui nascono anche Alfa 155, Spider, GTV, Fiat Tempra, Coupé e Lancia Dedra e Delta seconda serie. Lo schema meccanico è piuttosto classico, con ruote indipendenti davanti e interconnesse dietro. Per i primi tre anni vengono montati solo i "vecchi" motori boxer dell'Alfa 33 nelle cilindrate di 1.3, 1.6 e 1.7 litri, accompagnati dal 4 cilindri in linea diesel 1.9 TD. Dal 1996 comincia il rinnovamento dei motori, prima con il 2.0 Twin Spark della Quadrifoglio Verde (150 CV) e poi, dal restyling del 1997, con i vari 1.4, 1.6 e 1.8 T.Spark. L'ultimo dei propulsori ad approdare sulla 145/146 è il 1.9 JTD da 105 CV.

ALFA 147
Le bizzarrie stilistiche e lo sdoppiamento in due tipologie di carrozzeria ha fine nell'ottobre del 2000 con l'arrivo sul mercato della Alfa Romeo 147, sostituta della 145/146 che racchiude in una unica compatta carrozzeria e due volumi la versione a 3 e a 5 porte (dal 2001). Il design, al passo coi tempi e soprattutto in linea con la tanto apprezzata Alfa 156, è opera di Walter de' Silva e Wolfgang Egger. Come sulla cugina più grande, anche qui lo scudetto Alfa si trova in posizione avanzata, sporgente ed evidente sul frontale, con la portiera posteriore che sfoggia una maniglia semi-nascosta e integrata nel montante nero. I motori della 147 sono da subito moderni e adeguati alla categoria del mezzo, con i Twin Spark di 1.6 litri (105 e 120 CV), di 2.0 litri (150 CV) e il 1.9 JTD che dai 110 CV iniziali passa subito a 115 CV. La continua evoluzione del modello porta al debutto nel 2002 della 147 3.2 GTA mossa dal V6 da 250 CV, la versione più sportiva della gamma, capace di arrivare a 246 km/h e di bruciare i 100 km/h da fermo in 6,3 secondi. Nello stesso anno arrivano anche i nuovi diesel Multijet da 140 Cv della 1.9 JTDm 16V e l'Unijet da 100 CV.

Il restyling del 2004 porta in dote nuovi scudi paraurti, gruppi ottici rinnovati e una diversa profilatura del cofano motore, tutti elementi accompagnati dall'introduzione del JTDm da 150 CV, a scelta anche in versione Q2 con differenziale Torsen e del JTDm 8V da 120 CV. Nel 2007 arriva l'ultima evoluzione del propulsore common rail, quello che equipaggia la 147 JTDm Ducati Corse da 170 CV. La due volumi prodotta a Pomigliano d'Arco continua la propria carriera commerciale fino ad oggi, quando la versione Moving si appresta a lasciare spazio alla nuova Giulietta, sua erede naturale.

ALFA GIULIETTA
Per la Giulietta si tratta di acquisire un'eredità pesante, quella della 147 che, nonostante qualche critica sull'abilità ridotta e sullo sterzo un po' leggero e troppo sensibile, ha riscosso un buon successo di mercato. Al nuovo modello è affidato il compito di mantenere alto il nome e la tradizione del marchio del Biscione, un po' come già accaduto per le Alfa 159 e MiTo, entrambe apprezzate sia per il design che per le prestazioni garantite dai moderni motori a iniezione diretta di benzina e common rail a gasolio. Per toccare con mano la Giulietta e raccogliere le prime reazioni del pubblico occorre a questo punto attendere fino al prossimo Salone di Ginevra (4-14 marzo 2010), momento in cui sarà possibile capire quanto le linee e le finiture della hatchback Alfa sapranno essere all'altezza dei nuovi motori MultiAir, JTDM, TB e TBi.

Galleria fotografica - Alfa Romeo 147 GTAGalleria fotografica - Alfa Romeo 147 GTA
  • Alfa Romeo 147 GTA - anteprima 1
  • Alfa Romeo 147 GTA - anteprima 2
  • Alfa Romeo 147 GTA - anteprima 3
  • Alfa Romeo 147 GTA - anteprima 4
  • Alfa Romeo 147 GTA - anteprima 5
  • Alfa Romeo 147 GTA - anteprima 6
Galleria fotografica - Alfa Romeo 147Galleria fotografica - Alfa Romeo 147
  • Alfa Romeo 147 - anteprima 1
  • Alfa Romeo 147 - anteprima 2
  • Alfa Romeo 147 - anteprima 3
  • Alfa Romeo 147 - anteprima 4
  • Alfa Romeo 147 - anteprima 5
  • Alfa Romeo 147 - anteprima 6
Galleria fotografica - Alfa Romeo 146Galleria fotografica - Alfa Romeo 146
  • Alfa Romeo 146 - anteprima 1
  • Alfa Romeo 146 - anteprima 2
  • Alfa Romeo 146 - anteprima 3
  • Alfa Romeo 146 - anteprima 4
  • Alfa Romeo 146 - anteprima 5
Galleria fotografica - Nuova Alfa Romeo GiuliettaGalleria fotografica - Nuova Alfa Romeo Giulietta
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 1
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 2
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 3
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 4
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 5
  • Nuova Alfa Romeo Giulietta - anteprima 6

Autore:

Tag: Retrospettive , Alfa Romeo


Top