dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 22 dicembre 2009

Auto e inverno: il decalogo

Mini-guida per affrontare i viaggi invernali in auto in sicurezza

Auto e inverno: il decalogo

Sono arrivate le vacanze natalizie e molti in queste festività si metteranno in viaggio con la propria automobile. Per evitare spiacevoli contrattempi e per muoversi in tutta sicurezza bisogna essere però preparati ed ecco, dunque, un breve riassunto su accorgimenti e controlli che ogni buon guidatore dovrebbe adottare prima di partire.

BATTERIA
E' il freddo il peggior nemico dell'impianto elettrico e in particolare della batteria, quel componente che dà la "vita" ad ogni automobile. E' opportuno dunque controllarne l'efficienza ed eventualmente procedere ad una ricarica o alla sostituzione prima di mettersi in viaggio. E' bene anche avviare l'auto con i servizi elettrici (fari, autoradio, sbrinatore, tergicristalli, etc) spenti e, nel caso l'auto non parta al primo colpo, attendere una trentina di secondi fra un tentativo e l'altro. I cavi di emergenza non dovrebbero comunque mai mancare nel bagagliaio.

OLIO E LIQUIDO REFRIGERANTE
Intervalli di sostituzione regolari e la gradazione giusta (che va verificata sul libretto di uso e manutenzione) dovrebbero essere la norma in ogni stagione. Va sostituito sempre anche il filtro dell'olio, perché alle basse temperature il lubrificante diventa più viscoso e una carta filtrante vecchia potrebbe rompersi prima, facendo penetrare negli organi vitali del motore particelle metalliche e di sporco che ne possono compromettere durata e funzionamento. Il liquido dell'impianto di raffreddamento è composto da una miscela di acqua e antigelo. Se non si è effettuata una sostituzione completa da tanto tempo è probabile che vi sia più acqua che liquido, per cui è opportuno ristabilire le corrette proporzioni, di solito al 50%.
Se si parte con un'auto diesel da una località a clima temperato per raggiungere mete montane potrebbe essere utile avere con sé un paio di flaconi di antigelo per diesel. Il gasolio distribuito nelle località più fredde è infatti addizionato con un additivo che impedisce il congelamento della paraffina contenuta, che con temperature sotto i 0° C può dare problemi di avviamento.

CLIMATIZZATORE
E' assolutamente indispensabile un controllo all'impianto di climatizzazione, per non correre il rischio innanzitutto di patire il freddo e ritrovarsi con i vetri costantemente appannati. Una delle cause principali è dovuto all'intasamento del filtro dell'abitacolo che durante l'estate si sporca parecchio. Meglio scegliere un filtro ai carboni attivi, che purifica l'aria da smog, polvere e pollini, mitigando i fastidi alle vie respiratorie soprattutto per bambini e soggetti allergici.

TERGICRISTALLI E PARABREZZA
Consigliabile sostituirli, perchè spesso dopo l'estate la gomma si indurisce. Si può risparmiare un po' cambiando solo la lama in gomma, mentre potrebbe valere la pena cogliere l'occasione per montarne del recente tipo senza snodi, più aerodinamici ed efficaci. In caso di neve vanno sollevati quando si parcheggia e non vanno azionati se sul parabrezza c'è ghiaccio, che va rimosso con l'apposito raschietto aiutandosi con uno spray antighiaccio, due accessori utili anche per liberare dalla neve anche lunotto, finestrini e retrovisori. Niente acqua nella vaschetta del liquido lavavetri: potrebbe ghiacciarsi. Va quindi rabboccata con gli appositi detergenti antigelo. Semaforo rosso alle incrinature sul parabrezza: vanno riparate o il cristallo va sostituito, perchè il gelo potrebbe aggravare la situazione fino alla completa rottura. Alcune carrozzerie possono applicare sul parabrezza un prodotto idrorepellente che fa scivolare la pioggia migliorando di molto la visibilità. Costa un po', ma funziona, anche se la durata è limitata a circa sei mesi.

ILLUMINAZIONE
Pioggia, nevicate e nebbia limitano fortemente la visibilità Per vedere e farsi vedere bene dalle altre automobili è quindi di rigore un controllo delle lampade, soprattutto per quanto riguarda le luci antinebbia anteriori e posteriori. Importante mantenere puliti i trasparenti da neve e fanghiglia.

GOMME INVERNALI
Sarebbe sempre opportuno adottare gomme invernali, che grazie alla particolare composizione della mescola e al disegno del battistrada assicurano grip e quindi maggiore sicurezza. Vanno montate su tutte e quattro le ruote, altrimenti si corre il rischio di avere un'auto fortemente sbilanciata. Sulle strade dove ne è prescritto l'obbligo, solo gli pneumatici invernali contraddistinti dalla sigla riportata sul fianco M+S (o M&S, MS, M-S, acronimo di "mud and snow") possono sostituire le catene da neve. In tutti i casi vale la regola "occhio alla pressione!", perché le basse temperature la fanno diminuire. Meglio controllarla e aumentarla di una o due atmosfere rispetto a quella consigliata se si viaggia con più passeggeri e/o molti bagagli.

CATENE
Purtroppo su alcuni modelli non possono essere montate a causa dello spazio ridotto nel passaruota, quindi controllate sul manuale. Se si possono usare è consigliabile tenerle comunque a bordo anche se si montano gomme invernali: potranno trarre di impaccio in caso di neve alta o forti pendenze, e comunque non si possono superare i 50 km/h. Un consiglio: meglio "allenarsi" a montarle all'asciutto, perché affrontare il problema per la prima volta sotto la neve potrebbe non essere semplicissimo. E' da tenere in considerazione che le "calze" non sono omologate in Italia e si deteriorano dopo pochi chilometri.

GUARNIZIONI E SERRATURE
Ci sono in commercio dei prodotti isolanti che impediscono alle guarnizioni delle portiere di restare "incollate" a causa dell'effetto congiunto fra umidità e basse temperature. E' un semplice intervento che si può eseguire autonomamente anche con semplice glicerina (senza dimenticare il portellone del bagagliaio). Attenzione anche al ghiaccio nelle serrature: meglio lubrificarle con prodotti appositi a base di grafite o silicone prima di partire e portarsi in tasca (non lasciarla a bordo!) una bomboletta di spray deghiacciante quando si lascia l'auto. Meglio avere un paio di batterie di scorta anche per il telecomando della chiusura centralizzata.

COSA PORTARE
Riassumiamo allora alcuni oggetti che potrebbero rivelarsi utili in caso di emergenza: cavo di traino, raschietto per il ghiaccio e spray antibrina, catene da neve, cavi d'emergenza, coperta (o altri indumenti pesanti), giubbino d'emergenza, kit pronto soccorso (che dovrebbe sempre essere a bordo), torcia tascabile, guanti da lavoro e al limite una pala pieghevole.. Da non dimenticare anche un caricabatterie per cellulare da auto. In caso di code prolungate, qualche alimento calorico come snack, caramelle o cioccolatini potrà darvi conforto, magari insieme a un thermos con una bevanda calda. Ovviamente banditi gli alcolici, che vanno bene per...gli alpini di guardia, ma sono pericolosissimi per chi deve guidare.

Molti dei controlli che abbiamo elencato possono essere eseguiti presso le officine autorizzate, approfittando dei forti sconti che quasi tutte le Case offrono per i "check up" invernali. Infine consigliamo al rientro un bel lavaggio per rimuovere lo sporco e soprattutto i residui di sale che potrebbero dare origine a fenomeni di corrosione.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top