dalla Home

Curiosità

pubblicato il 15 dicembre 2009

Anche Gordon Brown sulla MINI E

L'elettrica del Gruppo BMW consegnata al Primo Ministro britannico

Anche Gordon Brown sulla MINI E
Galleria fotografica - MINI EGalleria fotografica - MINI E
  • MINI E - anteprima 1
  • MINI E - anteprima 2
  • MINI E - anteprima 3
  • MINI E - anteprima 4
  • MINI E - anteprima 5
  • MINI E - anteprima 6

Il Governo inglese si sta dimostrando uno dei più attivi sul fronte dell'auto ecologica, attraverso un ente creato ad hoc, il Technology Strategy Board, che fornisce un consistente supporto sia finanziario che organizzativo alle imprese che investono in nuove tecnologie come la trazione elettrica, ibrida e l'idrogeno.

Attualmente sul suolo inglese ci sono ben 340 modelli di diverse compagnie in fase di perfezionamento e fra queste c'è MINI, che parallelamente a Germania e Nord America ha avviato da qualche mese un progetto pilota con la MINI E. Fra i "tester" della MINI E ci sono adesso anche Gordon Brown e i suoi ministri, che hanno ricevuto a Downing Street un esemplare da utilizzare negli spostamenti cittadini durante l'esercizio delle loro funzioni.

Una flotta di 40 Mini elettriche, disponibili ad un canone mensile ridotto di 330 sterline anzichè 550 grazie ai fondi pubblici, servirà a raccogliere nell'arco di un anno una mole di dati relativi ai problemi economici, comportamentali e pratici nell'utilizzo di una vettura elettrica che verranno elaborati dal Sustainable Vehicle Engineering Centre della Oxford Brookes University. Ricevendo le chiavi della MINI E "governativa", Mr Brown ha dichiarato: "L'industria dei trasporti a basso impatto ambientale non solo taglierà le emissioni pericolose, ma ha anche tutto il potenziale per essere una fonte di lavoro e crescita". Nissan-Renault e Toyota fra le altre hanno infatti scelto il Regno Unito per la produzione di batterie al litio e la Auris ibrida.

Autore:

Tag: Curiosità , Mini , auto elettrica


Top