dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 15 dicembre 2009

Concept ibrido di Toyota a Detroit

Al NAIAS 2010 ci sarà una piccola vettura che potrebbe anticipare la futura Yaris

Concept ibrido di Toyota a Detroit
Galleria fotografica - Toyota Yaris restylingGalleria fotografica - Toyota Yaris restyling
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 1
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 2
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 3
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 4
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 5
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 6

Toyota presenterà al prossimo NAIAS di Detroit, in programma dall'11 al 24 gennaio 2010, un nuovo concept ibrido del quale ha diramato un paio di immagini che ne inquadrano una parte della zona anteriore. Per quel che si può capire, si tratta di una vettura di piccole dimensioni con uno sbalzo estremamente ridotto e un cofano, che fa praticamente tutt'uno con il parabrezza, un po' come succede anche con la Prius per questioni di aerodinamica, e quest'ultimo a sua volta attaccato ai fari anteriori che sono due bolle a forma di boomerang. Altra novità è il marchio messo a metà strada tra cofano e scudo.

Cosa nasconde questo concept? Se non una vettura ben definita, una raccolta di alcune delle idee che vedremo su un modello di prossima presentazione. Le date e l'attenzione negli USA sulle vetture di piccole dimensioni farebbe pensare alla Yaris. A questo proposito OmniAuto.it ha già anticipato che la terza generazione della piccola Toyota, la cui presentazione dovrebbe avvenire entro il prossimo anno con l'ingresso a pieno regime nel 2011, avrà fin dall'inizio una versione ibrida dotata concettualmente dello stesso sistema della Prius. La necessità di questa scelta è dovuta a fattori ed esigenze molteplici. La prima è di continuare a dare progressivamente a tutti i nuovi modelli in gamma una variante ibrida, processo che sarà concluso entro il 2020. La seconda è che la Yaris di terza generazione dovrà essere ancora più globale che in passato tenendo conto in maniera più marcata delle esigenze del mercato americano anche nelle motorizzazioni, quindi l'ibrido è d'obbligo. In terzo luogo c'è la crescita del segmento negli USA che vede presenze sempre più numerose, ultime tra queste sono la Ford Fiesta e la Mazda2. Per la Fiesta si parla di un obiettivo per il 2010 di 80mila vetture, un'enormità per questo mercato, ma che dimostra l'esistenza di un potenziale molto elevato. Quarto motivo è che con la Yaris Toyota deve seguire come un ombra - e possibilmente anticipare - le mosse della Honda Jazz, da sempre avversaria della Yaris sul mercato interno e che alla fine del 2010 presenterà una versione ibrida. Toyota è fermamente decisa a non lasciare spazio alla Honda su un terreno dove vuole continuare a dominare. Da qui deriverebbe l'importanza di sondare il pubblico americano con un concept che anticipa un prodotto dall'importanza fondamentale, in grado di giocare sia in attacco che in difesa.

Intanto la stampa internazionale parla di nuove e inedite varianti su base Prius come una station wagon e una coupé 3 porte, anche quest'ultima da contrapporre a un modello Honda: la CR-Z già definita in ogni particolare e prossima alla presentazione. Viste però le immagini teaser, ci sentiamo di escludere che il concept che la Toyota presenterà si riferisca a una di queste due ipotesi. Più verosimile sarebbe uno studio di piccola monovolume o un crossover, pronto ad andare incontro al gusto americano e ad accompagnare in Europa le Tre Ellissi in un segmento dove, dopo la Toyota Verso, non si è ritenuto di dover dire nulla di nuovo. Al di là delle illazioni e delle scommesse, la cosa sicura è che l'appuntamento per togliere i veli al nuovo concept Toyota è per l'11 gennaio presso il Riverview Ballroom, abituale tana del gruppo giapponese presso il COBO Hall, sede del Salone di Detroit. Qualcosa di più, assicurano i signori dagli occhi mandorla, si saprà prima di quella data.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Prototipi e Concept , Toyota


Top