dalla Home

Tuning

pubblicato il 13 dicembre 2009

Edo Competition Gallardo LP600/4

Il tuner tedesco aggiorna la baby Lambo

Edo Competition Gallardo LP600/4
Galleria fotografica - Edo Competition Gallardo LP600/4Galleria fotografica - Edo Competition Gallardo LP600/4
  • Edo Competition Gallardo LP600/4 - anteprima 1
  • Edo Competition Gallardo LP600/4 - anteprima 2
  • Edo Competition Gallardo LP600/4 - anteprima 3
  • Edo Competition Gallardo LP600/4 - anteprima 4
  • Edo Competition Gallardo LP600/4 - anteprima 5
  • Edo Competition Gallardo LP600/4 - anteprima 6

Edo competition Motorsport GmbH gioca a fare il costruttore con un tocco di solida esperienza nell'ambito delle preparazioni e crea quella che potrebbe rappresentare l'evoluzione della Lamborghini Gallardo LP560/4. Dopo prorompenti creazioni su base Maserati MC12, Ferrari Enzo, FXX, Bentley Continental GT e Lamborghini LP640, la factory di Ahlen propone un ritocco alla baby Lamborghini con pochi ma significativi miglioramenti meccanici.

Il V10 5.2 a iniezione diretta riceve una nuova configurazione alla centralina. Lo dice la denominazione stessa, passa da 560 a 600 CV di potenza massima, espressi a 7.970 giri. La coppia erogata raggiunge il suo picco, 572 Nm, al regime di 6.845 giri. Edo Competition ha pensato anche alle sospensioni per migliorare la guidabilità, la dinamica di guida e la precisione. Per questo ha sviluppato un nuovo kit (per il quale sono stati eseguiti specifici test in pista) con elementi registrabili nell'ambito della forza di smorzamento e dell'escursione degli elementi ammortizzanti. Così il cliente può trovare il set-up che più risponde alle sue esigenze. La Gallardo LP600/4 è inoltre equipaggiata con nuove ruote da 19" scomponibili in tre pezzi, che calzano pneumatici da 235/35 ZR 19, davanti e 305/30 ZR 19 dietro. La Gallardo di Edo "parla" attraverso un nuovo impianto di scarico in acciaio (più leggero dell'elemento di serie di 12 kg e più performante: fornisce ulteriori 15 CV) capace di produrre un sound, secondo il tuner, "entusiasmante".

L'abitacolo, naturalmente, può essere largamente personalizzato attingendo alla propria fantasia e alle numerose possibilità offerte dall'ampio catalogo di accessori (rivestimento dei sedili, della plancia e dei pannelli porta), una vera tentazione per le richieste individuali più particolari. Un ultimo tocco di personalizzazione la LP600/4 lo propone nella vista frontale, dove è stato applicato un nuovo spoiler inferiore che migliora la penetrazione alla luce delle performance che la macchina è in grado di raggiungere: grazie ai 40 CV in più rispetto al modello di serie, dichiara appena 3"5 nello scatto da 0 a 100 e una punta massima velocistica nell'ordine di 340 km/h.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tuning , Lamborghini , tuning


Top