dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 dicembre 2009

Cina e India: ancora immatricolazioni record

Nel 2010 la Cina "stabilizzerà" l'intero mercato mondiale

Cina e India: ancora immatricolazioni record

La ripresa del mercato automobilistico mondiale passa per l'Asia, in particolare per la Cina e l'India. A confermarlo sono ancora una volta i dati relativi alle immatricolazioni nei due mercati emergenti, che nell'anno della crisi globale continuano a registrare i migliori volumi di vendita al mondo. A novembre quelli cinesi sono addirittura raddoppiati, con una crescita complessiva del 96,43% sullo stesso mese del 2008 a 1,34 milioni di veicoli, che salgono a 12,23 milioni da inizio anno, il 42,39% in più rispetto agli undici mesi di un anno fa.

Considerando le sole auto passeggeri, il settore ha guadagnato il 98,23% in novembre a 1,04 milioni di vetture e il 49,7% nel progressivo a 9,23 milioni di unità. Un boom che ha fatto della Cina il primo mercato dell'auto al mondo al posto degli Stati Uniti, che lo sono stati per 63 anni, e che si deve al supporto governativo che è stato da poco rinnovato anche per il 2010, anno per il quale si temeva un deciso rallentamento.

A dominare il mercato della Grande Muraglia è sempre la joint venture tra Shanghai Automotive, General Motors e Wuling, attiva nel campo dei veicoli commerciali. Negli undici mesi, seguono nell'ordine le joint venture locali di Volkswagen con la stessa Shanghai e FAW, Shanghai-GM e l'alleanza di Hyundai con Beijing Automotive, ma anche altri marchi tedeschi devono molto agli automobilisti cinesi (per non parlare di GM, che proprio grazie ai ricavi cinesi ha potuto iniziare a saldare i suoi debiti). BMW ha annunciato che se a novembre ha aumentato le vendite europee del 12%, in Asia ha guadagnato un +33% con un balzo in Cina del 40%. Anche Audi e Mercedes hanno venduto parecchio. Nello stesso mese la prima ha raddoppiato le consegne rispetto al 2008 (16.503 unità) e la seconda le ha triplicate (8.700 unità). Anche per l'India novembre è stato un mese da record con le vendite aumentate del 61% rispetto al 2008 (133.687 unità), un dato che rappresenta il miglior risultato degli ultimi 5 anni.

E le previsioni per l'anno prossimo sono ancora molto buone, anzi ottime. Frank Schowope, analista di NordLB, ha detto, come si legge su "Il Sole 24 Ore", che "nel 2010 la Cina dovrà avare un ruolo stabilizzatore per il mercato dell'auto mondiale dell'auto", che vedrà ancora scendere le immatricolazioni nei mercati occidentali.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni , cina , india


Top