dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 dicembre 2009

"Prepararsi per la guerra dei prezzi post-incentivi"

E' l'avvertimento di Barclays per il 2010

"Prepararsi per la guerra dei prezzi post-incentivi"

Il 2010 potrebbe rivelarsi più duro del previsto. In un report di 181 pagine, la Barclays ha messo in guardia gli investitori che dovranno "Prepararsi per la guerra dei prezzi post-incentivi". Il nuovo anno sarà ricco di insidie e ci sarà bisogno di un'attenta selezione all'interno del comparto perché, secondo gli esperti della banca britannica, il mercato dell'auto europeo risentirà degli effetti collaterali dei programmi di incentivi promossi dai governi nel 2009, con previsioni di vendita in calo, un eccesso di produttività molto probabile ed un deterioramento nel profilo di pricing.

In particolare per Fiat gli analisti hanno dimostrato un certo pessimismo, ponendo un rating "underweight", che significa letteralmente "sottopeso", un termine che viene usato dalle società di consulenza come sinonimo di "underperform", cioè vale come indicazione a vendere o "sell". Al titolo Fiat è stato assegnato questo giudizio per tre ragioni: perché l'ottimismo per l'Alleanza con Chrysler è stato ritenuto "eccessivo"; perché c'è la constatazione delle remote possibilità di una ripresa del mercato automobilistico nel corso del 2010 e perché il venire meno nel prossimo anno dei programmi di incentivazione da parte dei Governi diminuirà la domanda di veicoli dei segmenti A e B (quelli in cui Fiat ha la maggiore presenza) e alimenterà la competizione sui prezzi.

La discesa dei volumi venduti, secondo Barclays, rivelerà ancora una volta l'eccesso di capacità in Italia e metterà il Lingotto di fronte alla necessità di far fronte a difficili negoziazioni per ridimensionare la produzione nazionale. L'unico altro "underweight" è Daimler, mentre vengono consigliate le azioni di Renault e BMW ("overweight") e giudicati "neutral" i titoli PSA, Volkswagen e Porsche.

Per scaricare il report originale cliccate qui.

Autore:

Tag: Mercato


Top