dalla Home

Motorsport

pubblicato il 8 dicembre 2009

Memorial Bettega: Rossi eliminato nelle qualificazioni

Valentino: "sfidare i campioni è bello comunque"

Memorial Bettega: Rossi eliminato nelle qualificazioni
Galleria fotografica - Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioniGalleria fotografica - Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni - anteprima 1
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni - anteprima 2
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni - anteprima 3
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni - anteprima 4
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni - anteprima 5
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega, Rossi eliminato nelle qualificazioni - anteprima 6

L'avventura nel Boomboogie Memorial Bettega 2009 di Valentino Rossi si è arrestata al termine delle qualificazioni: il campione di Tavullia infatti non è riuscito a portare alle semifinali la sua Ford Focus WRC, anche se è rimasto in corsa per un posto tra i primi quattro fino all'ultima sfida che lo vedeva opposto a Sebastien Ogier, dalla quale è però uscito sconfitto 2-0.

Valentino, dunque, ha chiuso il girone al terzo posto con 8 punti, pagando anche un problema al differenziale che lo ha bloccato all'ultima curva della seconda manche contro Simone Campedelli, quando ormai sembrava involarsi verso un'importante vittoria.

Oltre al campione del mondo della Moto Gp, hanno alzato bandiera bianca anche appunto Campedelli, ultimo nel girone verde con appena due vittorie, e le due Subaru di Mads Ostberg e del tre volte vincitore della rassegna bolognese Andrea Navarra, parso decisamente poco a suo agio sul tracciato realizzato quest'anno.

Le semifinali quindi vedranno opporsi gli stessi protagonisti del Night Sprint di ieri sera, con Petter Solberg, primo nel girone rosso, che se la dovrà vedere con Ogier. Ad attendere il vincitore del girone verde, Marcus Gronholm, ci sarà invece la Ford Focus WRC ufficiale del vice-campione del mondo Mikko Hirvonen.

Al termine della gara, Rossi ha anche rilasciato qualche dichiarazione su questa esperienza, che pare comunque reputare positiva: "Qui è sempre divertente correre perché è una gara particolare. Sono stato piuttosto veloce e penso di essermela giocata bene con i rallisti veri, perché mi mancavano solo sei-sette decimi al giro per fare i tempi di quelli buoni. Loro hanno la macchina molto più in mano di me e qui che si fa del rally vero, non come a Monza che alla fine si è in pista, loro fanno la differenza. Comunque è bello sfidarli, anche per capire quanto sono lontano dal top. Ho avuto anche un po' di sfortuna dal punto di vista tecnico, ma va bene così: pagherei per chiudere così anche l'anno prossimo, perché alla fine il mio lavoro è un altro e oggi sono qui solo per divertirmi". Vale ha fatto anche una battuta sulle voci che si sono inseguite ieri sulla possibilità di un "biscotto" realizzato da Gronholm per tenerlo fuori dal Night Sprint: nell'ultima sfida con Ogier infatti il portacolori della Subaru aveva girato su tempi altissimi. Rossi però non pare credere alla possibilità di un complotto: "Gronholm nell'ultima sfida di ieri sera non è andato fortissimo, però è un mio amico, se lo ha fatto davvero dovrei andare a parlarci" ha scherzato davanti ai microfoni.

Anche il team manager della Yamaha Davide Brivio ha parlato della prestazione di Valentino: "Io penso che abbia avuto un grande coraggio ed un grande cuore a presentarsi qui nell'arena con tutti questi grossi nomi. E' chiaro che se affronti una gara con Hirvonen, Solberg e Gronholm non è che pensi di andare a batterli. La sfida era un po' quella di vedere il suo livello, anche se questo non è un rally vero. Per lui che ha un certo bagaglio di esperienza da recuperare penso che i pochi giri di prove libere a disposizione possano essere stati un handicap. E' normale, non è un pilota esperto, ma per me ci ha messo grande sportività".

Inevitabili poi i discorsi su un potenziale futuro di Rossi nel mondo dei rally, ma la cosa curiosa è che lo stesso Brivio non ha escluso un futuro tra le quattro ruote accanto al suo pilota: "Dal punto di vista personale una sfida nuova mi attirerebbe molto professionalmente. Ma questo è proprio un discorso generale, anche se con Valentino sarebbe ancora più bello e sicuramente mi piacerebbe seguirlo se lui facesse una scelta di questo tipo. Però dipende da tante cose perché magari lui va a correre nei rally e poi non ha bisogno di me, quindi io rimango alla Yamaha".

Una nota di colore: durante l'incontro con la stampa è arrivata per incontrare Valentino anche la showgirl Raffaella Fico, valletta di Enrico Papi nella trasmissione "Prendere o Lasciare", nota però soprattutto per il suo flirt con l'ex Pallone d'Oro Cristiano Ronaldo.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport


Top