dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 8 dicembre 2009

Incentivi auto 2010: sì dal Governo

A gennaio il decreto legge con la proroga, ma saranno inferiori a quelli del 2009

Incentivi auto 2010: sì dal Governo

Sarà un rinnovo che servirà ad "evitare un crollo". Così il ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola, ha parlato degli incentivi auto 2010 che sono stati confermati, anche se saranno "inevitabilmente" inferiori a quelli del 2009 e per questo "meno efficaci", con il mercato dell'auto destinato a calare anche nel 2010. Il decreto legge arriverà a gennaio e questo perché, come ha spiegato il ministero, la proroga non è stata inserita in finanziaria e quindi c'è un ampio consenso sul riproporla con un provvedimento "ad hoc" da varare in un secondo tempo all'inizio del nuovo anno.

I dettagli del provvedimento non sono ancora stati comunicati e al momento l'unica linea certa sembra essere quella già espressa dal ministro Scajola che avrebbe in mente di spingere sull'acquisto di auto più sicure ed ecologiche. E proprio su questo fronte continua la pressione degli operatori economici, in particolare quelli del settore del gas per auto, presenti al Motor Show nell'area Ecocity. Secondo le associazioni di categoria, Consorzio Ecogas e Assogasliquidi/Federchimica, è urgente il rifinanziamento degli incentivi per l'acquisto e la conversione di auto a GPL e metano: i primi terminano il 31 dicembre (con possibilità di immatricolazione entro marzo 2010), mentre quelli per la trasformazione in after market proseguono fino a esaurimento fondi, che comunque saranno sufficienti solo fino alle prime settimane del nuovo anno.

"Auspichiamo che la conferma arrivi al più presto in quanto, in caso contrario, la prospettiva è quella del blocco del mercato, sia per l'acquisto di auto nuove a GPL e metano, sia per la trasformazione di autoveicoli già immatricolati", hanno detto Alessandro Tramontano, direttore Consorzio Ecogas e Rita Caroselli, direttore Assogasliquidi. E proprio ieri al Motor Show si sono date appuntamento diverse centinaia di officine di installazione di impianti a GPL e metano, per fare il punto sulle prospettive future e lanciare l'unanime la richiesta di nuovi finanziamenti. "Il Ministero dello Sviluppo Economico ci ha sempre appoggiato - ha aggiunto Tramontano - e ha formulato una proposta al Governo per un rifinanziamento che sia sufficiente per tutto il 2010. Gli obiettivi sulla riduzione di CO2 che si possono raggiungere con il GPL e il metano per auto, pari a circa il 13-15% nel settore trasporti, sono più che in linea con quelli di cui si sta discutendo in questi giorni a Copenhagen".

Autore:

Tag: Mercato , incentivi , motor show


Top