dalla Home

Motorsport

pubblicato il 7 dicembre 2009

Motor Show 2009: Memorial Bettega Night Sprint

Hirvonen rispetta i pronostici e vince, ma l'eroe è Ogier

Motor Show 2009: Memorial Bettega Night Sprint
Galleria fotografica - Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night SprintGalleria fotografica - Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint - anteprima 1
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint - anteprima 2
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint - anteprima 3
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint - anteprima 4
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint - anteprima 5
  • Motor Show 2009 - Memorial Bettega Night Sprint - anteprima 6

Guardando i nomi degli iscritti all'edizione 2009 del Findomestic Memorial Bettega non si poteva non considerare come grande favorito il vice-campione del mondo Mikko Hirvonen, giunto al Motor Show con la sua Ford Focus WRC ufficiale. Il Night Sprint di oggi ha dato ragione ai pronostici, infatti il finlandese l'ha spuntata al termine di una finale molto tirata con uno scatenato Sebastien Ogier, che è stato senza dubbio la rivelazione ed il protagonista della giornata.

Il francese è arrivato ad un passo dal successo, vincendo con grinta la prima manche della finalissima. Nella seconda però ha commesso qualche errore di troppo, finendo anche per colpire le protezioni per ben due volte e consegnando quindi un facile 1-1 ad Hirvonen, che facendo segnare il giro più veloce (era questa la discriminante in caso di pareggio) si è issato sul gradino più alto del podio.

Al pilota della Citroen però rimane la soddisfazione di aver massacrato in semifinale un mostro sacro come Petter Solberg (unico pilota uscito imbattuto dalle qualificazioni, nonostante fosse al volante di una ormai obsoleta Citroen Xsara WRC), facendo segnare anche il miglior tempo assoluto della giornata, con un crono di 48"18. Come se non bastasse, il futuro compagno di Kimi Raikkonen è stato anche il giustiziere di Valentino Rossi, rimasto in corsa per la qualificazione alle semifinali fino all'ultima manche con la sua Ford Focus WRC.

Il campione del Mondo della Moto Gp era riuscito a strappare un fondamentale 1-1 ad Ogier nella sfida del girone di qualificazione, ma poi quest'ultimo è riuscito nel miracolo di contrastare la Subaru Impreza WRC di Marcus Gronholm, imbattuta fino a quel momento. Questo successo gli ha permesso di arrivare a quota 6 punti proprio come Rossi e di qualificarsi sfruttando un miglior giro veloce.

Valentino comunque si può consolare con tre successi di manche, due dei quali ottenuti contro Simone Campedelli, anche se è stato anche vittima di un leggero contatto contro le protezioni nella sfida con Gronholm. La cosa curiosa è che quando ha sbattuto aveva a bordo anche un ospite: pensando che si trattasse ancora di una manche di prove libere aveva caricato sul sedile del navigatore "Ballo", ex bassista dei Lunapop. Nelle prove libere infatti aveva già "scarrozzato" l'amico Cesare Cremonini.

Nell'altro girone non sono riusciti a lasciare il segno Andrea Navarra e Mads Ostberg, entrambi eliminati con appena un successo a testa, peraltro ottenuto nella sfida che li ha visti opposti. Domani si riparte con punteggi azzerati alla caccia di un posto nelle semifinali del Memorial Bettega vero e proprio, che come sempre chiuderà i battenti della rassegna bolognese.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport , rally , motor show , VIP , piloti


Top