dalla Home

Motorsport

pubblicato il 6 dicembre 2009

Ecco la nuova Formula ACI Csai Abarth

La monoposto propedeutica sarà in pista per le prossime 5 stagioni

Ecco la nuova Formula ACI Csai Abarth
Galleria fotografica - La Nuova Formula AbarthGalleria fotografica - La Nuova Formula Abarth
  • La Nuova Formula Abarth - anteprima 1
  • La Nuova Formula Abarth - anteprima 2
  • La Nuova Formula Abarth - anteprima 3
  • La Nuova Formula Abarth - anteprima 4
  • La Nuova Formula Abarth - anteprima 5
  • La Nuova Formula Abarth - anteprima 6

Il Motor Show 2009 ha tenuto a battesimo la Formula ACI Csai Abarth, che è stata presentata alla stampa nell'area paddock del padiglione 35. La nuova monoposto realizzata in collaborazione da Tatuus, Abarth ed FPT riceverà il testimone della Formula Azzurrae verrà utilizzata nelle prossime cinque stagioni.

Una volta tolti i veli alla vettura, il presidente della Csai Angelo Sticchi Damiani ha spiegato quali sono stati i concetti base seguiti per la progettazione e quali saranno gli scopi da inseguire nel prossimo quinquennio: "Abbiamo realizzato un sogno che ci eravamo proposti qualche mese, cioè quello di avere una formula federale come questa che garantisse delle maggiori condizioni di sicurezza, che fosse più performante e anche più bella da vedere. I primi segnali sono incoraggianti perché abbiamo avuto già 25 ordini, numeri mai avuti prima. L'obiettivo è di preparare ancora meglio i giovani, avvicinandoli ulteriormente alla Formula 3 e quindi accorciando la filiera che si spera possa portare dei nuovi italiani in Formula 1. Questo infatti non lo considero un punto di arrivo, ma un punto di partenza".

Per quanto riguarda i dettagli tecnici, la monoposto è stata realizzata dalla Tatuus su un telaio in fibra di carbonio, accoppiato con un motore FTP Racing 1.4 Turbo in grado di sviluppare una potenza di 180 cv a 5.500 giri ed una coppia massima di ben 250 Nm a 3.500 giri. Importante anche la scelta dei pneumatici, che saranno dei Kumho di derivazione F3 Euroseries, quindi gli stessi di cui dispongono le vetture dell'italiano di Formula 3.

Dal punto di vista sportivo il campionato sarà composto da 7 appuntamenti con doppia gara da 23 minuti più un giro, nell'arco dei quali i ragazzi saranno seguiti dalla Scuola Federale Csai ed in particolar modo da Raffaele Giammaria, che svolgerà un compito di tutor.

E proprio e Giammaria, che oggi ha anche guidato la vettura sulla pista dell'Area 48 e che si sta occupando dello sviluppo, abbiamo chiesto un primo giudizio: "E' sicuramente molto buona dal punto di vista tecnico perché parte dalla base della Formula Renault 2.0, con delle evoluzioni tecniche che negli ultimi anno hanno contraddistinto la Tatuus. Dal punto di vista della guida è infatti molto simile ad una Formula 3. Il motore è abbastanza difficile da utilizzare, perché è derivato da quello della 500 Abarth ed ha ben 180 cavalli. Essendo turbo ha un'erogazione piuttosto brusca dai 4.500 giri in su, su cui stiamo cercando di lavorare per renderla più docile. Tutto questo la rende una vettura tosta da guidare, ma sicuramente molto sicura e propedeutica per i ragazzi provenienti dal kart che devono debuttare in monoposto".

Infine, anche l'aspetto promozionale continua a ricoprire un ruolo importante, come testimoniato dal montepremi finale: al vincitore andranno addirittura 50.000 euro, al secondo classificato un motore e due treni di gomme a gara per la Formula 3 del 2011. Il terzo classificato invece si dovrà accontentare di due set di gomme a gara.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Motorsport , Abarth


Top