dalla Home

Curiosità

pubblicato il 5 dicembre 2009

Nissan Roox

"Minimonovolume" alla giapponese

Nissan Roox
Galleria fotografica - Nissan RooxGalleria fotografica - Nissan Roox
  • Nissan Roox - anteprima 1
  • Nissan Roox - anteprima 2
  • Nissan Roox - anteprima 3
  • Nissan Roox - anteprima 4

Dopo la presentazione all'ultimo Salone di Tokyo, arriva sul mercato di casa la Nissan Roox, new entry nel tipico segmento "jap" delle k car che in Giappone vede primeggiare soprattuto Daihatsu e Suzuki. E da Hamamatsu, per l'appunto, arriva il pianale della Roox. Ispirandosi nel nome ai concetti di "room" ("spazio") e "max", la Roox punta tutto sulla abitabilità (almeno per i parametri antropometrici orientali...) e con le porte posteriori scorrevoli si dà arie da monovolume pur misurando meno di 3 metri e 40, sufficienti però ad ospitare 4 persone con un abitacolo largo 1,36 m e lungo 2,08 m.

La Roox è disponibile in tre livelli di allestimento: E, G ed Highway Star, il più lussuoso quest'ultimo con plastiche e gruppi ottici specifici e una dotazione più completa a cui non manca un controllo remoto per l'apertura mediante un pulsante sulla chiave delle portiere posteriori e altre finezze come il vano portaoggetti refrigerato. Anche il motore proviene da Suzuki: è il 3 cilindri K6A turbo da 658 cc e 64 CV (per essere classificata tale, con i conseguenti vantaggi fiscali, una "kei car" deve avere cilindrata inferiore a 660 cc). E' una unità molto diffusa, che viene fornita anche per le supermini di Mazda, ed è abbinata a un cambio a variazione continua. La Roox è disponibile anche in versione 4x4.

Autore:

Tag: Curiosità , Nissan


Top