dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 4 dicembre 2009

Incentivi auto 2010: il Governo li rinnovi senza ridurli

Così il Centro Studi Promotor. Il 2013 è l'anno della ripresa

Incentivi auto 2010: il Governo li rinnovi senza ridurli

Il quadro economico ancora molto debole fa presupporre che, in mancanza di un nuovo intervento dello Stato, le immatricolazioni potrebbero scendere a 1.750.000 unità. La previsione è stata fatta da Gian Primo Quagliano questa mattina nella conferenza stampa del Centro Studi Promotor al Motor Show di Bologna.

Quagliano, che ha ricordato la disponibilità del governo a rinnovare gli incentivi per il 2010, ipotizzando però una riduzione dei bonus, ha detto: "L'entità degli incentivi non può essere ridotta perché l'esperienza del 2008 (incentivi ridotti rispetto al 2007) dimostra che si potrebbe verificare una forte caduta dell'interesse da parte dei consumatori e di conseguenza lo Stato spenderebbe risorse soltanto per riconoscere bonus a chi acquisterebbe un'automobile comunque e non vi sarebbe quindi alcun apporto aggiuntivo alla domanda".

Qualora invece venga mantenuto quantomeno invariato il sistema attuale dei bonus e si preveda la possibilità di rottamare con gli incentivi le auto immatricolate fino al 2000 (nel sistema attuale questo termine è fissato al 31 dicembre 1999) il Centro Studi Promotor prevede che il mercato dell'auto potrebbe consolidarsi nel 2010 sul livello del 2008 e del 2009. Nel 2011, sempre secondo le ipotesi, il decollo della ripresa economica dovrebbe consentire di sospendere gli incentivi dello Stato senza eccessive penalizzazioni per le vendite di auto. A partire dal 2012 l'irrobustirsi della ripresa e una forte componente di domanda di sostituzione delle auto acquistate negli ultimi anni precedenti la crisi dovrebbe portare le immatricolazioni in Italia a quota 2.200.000 nel 2012 e a quota 2.350.000 nel 2013, che diventerebbe così l'anno in cui le vendite di auto in Italia tornerebbero sui livelli degli anni d'oro che vanno dal 1997 al 2007.

IMMATRICOLAZIONI DI AUTO IN ITALIA (2000-2013)
Anno Immatricolazioni Var % su anno precedente

2000: 2.409.861, +3,77%
2001: 2.420.000, +0,42%
2002: 2.280.000, -5,79%
2003: 2.247.043, -1,45%
2004: 2.258.861, +0,53%
2005: 2.264.688, +0,26%
2006: 2.326.049, +2,71%
2007: 2.493.106, +7,18%
2008: 2.160.131, -13,36%
2009*: 2.160.000, -0,01%
2010*: 2.160.000, 0,00%
2011*: 2.100.000, -2,78%
2012*: 2.200.000, +4,76%
2013*: 2.350.000, +6,82%

[ *Previsione Centro Studi Promotor ]

Autore:

Tag: Mercato , incentivi


Top