dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 30 novembre 2009

Ford Mustang 2010: nuovo V6

In arrivo un 24 valvole DOHC da 3,7 litri e 305 CV, va più forte e consuma meno

Ford Mustang 2010: nuovo V6
Galleria fotografica - Ford Mustang: nuovo V6Galleria fotografica - Ford Mustang: nuovo V6
  • Ford Mustang: nuovo V6 - anteprima 1
  • Ford Mustang: nuovo V6 - anteprima 2
  • Ford Mustang: nuovo V6 - anteprima 3
  • Ford Mustang: nuovo V6 - anteprima 4
  • Ford Mustang: nuovo V6 - anteprima 5
  • Ford Mustang: nuovo V6 - anteprima 6

Ford si appresta a rilanciare la Mustang con un nuovo motore e piccoli aggiornamenti che saranno presentati ufficialmente in occasione del Los Angeles Auto Show (4-13 dicembre) per arginare l'offensiva della rediviva Chevrolet Camaro, tornata da poco sul mercato, ma già in grado di rosicchiare alla pony car di Dearborn una consistente fetta di mercato. La novità principale è il V6 di 3,7 litri che sostituisce il precedente 4 litri surclassandolo per potenza, coppia oltre che per consumi ed emissioni. La nuova unità è meno americana e più europea. Ha infatti il monoblocco in alluminio e la testata con 4 valvole per cilindro mosse da un doppio albero a camme in testa per bancata azionati da catena, entrambi provvisti di sistema di fasatura variabile. Un abisso di fronte alla ghisa e alle 2 valvole per cilindro mosse da un albero a camme per bancata. Al contrario, se il vecchio V6 era costruito a Colonia, in Germania, il nuovo sarà assemblato nello stabilimento nordamericano di Cleveland.

Netto il guadagno in prestazioni: si passa per la coppia da 325 Nm a 380 Nm e per la potenza da 210 a 5.300 giri/min a 305 CV con la possibilità di girare fino a 7.000 giri/min invece di 6.100 giri/min. Totalmente diversi l'impianto di aspirazione e anche il sistema di lubrificazione, dotato di ugelli di raffreddamento per i pistoni, ma anche l'impianto di scarico al quale è stata dedicata una speciale attenzione per dare al nuovo V6 un bel ruggito, degno della Mustang. Nuovi anche i cambi: al posto dei 5 marce manuale e automatico, ecco due nuovi cambi entrambi a 6 rapporti che offrono un ulteriore aiuto a ridurre i consumi autostradali da 26 miglia per gallone (11 km/litro) a 30 miglia per gallone (12,7 km/litro) oltre che le emissioni sia di CO2 sia di gas nocivi come HC, NOx e CO. L'automatico inoltre è nettamente più evoluto e per entrambi, in alternativa al rapporto al ponte di serie di 2,73:1, è disponibile un più sportivo 3,31:1 insieme a un pacchetto specifico che prevede anche un assetto e una taratura del controllo di stabilità specifici.

Un contributo di efficienza lo danno anche lo sterzo ad assistenza elettrica e le leggere modifiche aerodinamiche che riguardano il frontale, il fondo vettura, le ruote e la coda. Aumentato anche il diametro dei freni e modificata la strumentazione, con scala del tachimetro fino a 160 miglia orarie e contagiri con fondo a 8.000 giri/min, e introdotto il MyKey, un dispositivo con il quale si può persino limitare la velocità massima quando la vettura è usata ad esempio dal figlio. Il nuovo V6 ha solo 20 CV in meno del V8 4.6 della GT e non è escluso che Ford decida di sostituirlo con il nuovo V6 EcoBoost dotato di turbo e iniezione diretta che, nella più sportiva versione montata sulla Taurus eroga 365 CV e 475 Nm, ovvero 40 CV e 34 Nm in più del V8 offrendo al contempo un guadagno in termini di consumi di oltre il 20%. Quest'ultimo tipo di frazionamento rimarrebbe dunque appannaggio della Shelby GT500 con motore 5,4 litri sovralimentato con compressore volumetrico da 540 CV. Su quella il V8 non si tocca.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Ford


Top