dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 27 novembre 2009

Mazda alla prova dell’elettrico

La prima volta in un programma di sperimentazione in Giappone

Mazda alla prova dell’elettrico
Galleria fotografica - Mazda2 3 porteGalleria fotografica - Mazda2 3 porte
  • Mazda2 3 porte - anteprima 1
  • Mazda2 3 porte - anteprima 2
  • Mazda2 3 porte - anteprima 3
  • Mazda2 3 porte - anteprima 4
  • Mazda2 3 porte - anteprima 5
  • Mazda2 3 porte - anteprima 6

Mazda entra ufficialmente nel mondo dell'auto elettrica, ma per il momento solo dall'esterno per un programma di sperimentazione denominato Tsukuba Environmental Style Test Project, dal nome della città di Tsukuba nel quale avrà luogo, del quale è azienda capofila la Itochu Corporation, gigante industriale attivo in molteplici campi tra i quali i metalli, la logistica e l'elettronica, solo per citare quelli che riguardano il settore automobilistico e in particolare l'auto elettrica. A questo proposito, Itochu è anche il leader mondiale nel trading del litio, di quello cioè che dovrebbe essere il nuovo petrolio nell'era dell'auto elettrica.

La Mazda sarà coinvolta fornendo tre Demio (così viene chiamata la Mazda2) per essere trasformate con la collaborazione degli altri numerosi partner tecnici e finanziari dell'operazione. Tra questi citiamo la EnerDel, società nella quale la stessa Itochu è coinvolta insieme alla Delphi per la fornitura delle batterie al litio con struttura prismatica, e la Th!nk, società norvegese antesignana dell'auto elettrica della quale la stessa EnerDel è fornitrice e società partecipante dall'agosto scorso.

L'obiettivo del programma è essenzialmente quello di verificare la fattibilità di un sistema di distribuzione e controllo dell'energia e delle batterie, compresa la fase del loro riutilizzo una volta fuori dalle vetture e il sistema informatico di gestione per il pagamento e il rifornimento. Aspetto molto interessante di questo progetto è che avrà nei confronti degli utenti un funzionamento da car sharing che per stazioni di parcheggio avrà spazi riservati anche presso gli esercizi commerciali di grandi catene di distribuzione come Family Mart. A valutare la validità del progetto nella sua operatività saranno la municipalità di Tsukuba e il National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST), ovvero l'ente nazionale di ricerca nazionale, insieme al Japan Automobile Research Insitute e all'indipendente Japan Research Institute.

Si tratta della prima vera esperienza di Mazda nel campo dell'auto elettrica, soluzione alla quale la casa giapponese non aveva mai mostrato di credere fino a qualche mese fa in quanto sostenitrice invece dell'ottimizzazione dei motori a combustione interna, dell'idrogeno e di forme di ibrido che comprendono l'utilizzo del motore rotativo, vecchio pallino di Mazda. L'uscita di Ford dal capitale e l'analisi del nuovo scenario da affrontare in solitudine industriale ha portato evidentemente a riconsiderare l'auto a batteria che è ora nei programmi di Mazda e che è, in ogni caso, funzionale a tutti gli altri programmi di mobilità alternativa che vedono una crescente elettrificazione delle automobili.

Galleria fotografica - Mazda2Galleria fotografica - Mazda2
  • Mazda2 - anteprima 1
  • Mazda2 - anteprima 2
  • Mazda2 - anteprima 3
  • Mazda2 - anteprima 4
  • Mazda2 - anteprima 5
  • Mazda2 - anteprima 6

Scegli Versione

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Mazda , auto elettrica , statistiche


Top