dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 25 novembre 2009

Dal 2012 gli pneumatici avranno l'etichetta

Il Parlamento di Strasburgo ha dettato i parametri di classificazione

Dal 2012 gli pneumatici avranno l'etichetta
Galleria fotografica - L'etichetta europea dei pneumaticiGalleria fotografica - L'etichetta europea dei pneumatici
  • L\'etichetta europea dei pneumatici - anteprima 1
  • L\'etichetta europea dei pneumatici - anteprima 2
  • L\'etichetta europea dei pneumatici - anteprima 3
  • L\'etichetta europea dei pneumatici - anteprima 4
  • L\'etichetta europea dei pneumatici - anteprima 5

Dal primo novembre 2012 gli pneumatici non saranno più gli stessi. A partire da quella data ogni nuovo copertone in vendita in Europa dovrà essere classificato in base all'efficienza sul consumo di carburante, all'aderenza sul bagnato e al livello di rumorosità. Lo ha stabilito oggi il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, che ha accolto un progetto di regolamento sostenuto dalla commissione per l'industria, simile a quello che si stava studiando negli Stati Uniti.

Gli pneumatici, quasi come gli elettrodomestici, verranno classificati dalla fascia verde A (quella con le migliori performance) alla classe rossa G. Una distinzione "semplice, ma con grandi vantaggi per l'ambiente e per i consumatori", come ha spiegato Ivo Belet, responsabile del regolamento, e che "avrà un costo minimo per i produttori", che tra due anni avranno l'obbligo di informare i consumatori sull'efficienza del prodotto tramite qualunque mezzo d'informazione, compresi i siti web. Questa nuova regola, tuttavia, riguarderà solo i produttori di gomme per auto, veicoli commerciali leggeri e pesanti (C1, C2 e C3), non quelli di pneumatici off-road professionali e da corsa.

Autore:

Tag: Attualità , pneumatici , unione europea


Top