dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 novembre 2009

John Surtees attraversa la Manica su una Ginetta elettrica

La G50EV è la prima auto di serie a percorre l'Eurotunnel

John Surtees attraversa la Manica su una Ginetta elettrica
Galleria fotografica - John Surtees nell'Eurotunnel su Ginetta G50EVGalleria fotografica - John Surtees nell'Eurotunnel su Ginetta G50EV
  • John Surtees nell\'Eurotunnel su Ginetta G50EV - anteprima 1
  • John Surtees nell\'Eurotunnel su Ginetta G50EV - anteprima 2
  • John Surtees nell\'Eurotunnel su Ginetta G50EV - anteprima 3
  • John Surtees nell\'Eurotunnel su Ginetta G50EV - anteprima 4
  • John Surtees nell\'Eurotunnel su Ginetta G50EV - anteprima 5
  • John Surtees nell\'Eurotunnel su Ginetta G50EV - anteprima 6

John Surtees, dopo essere entrato nella storia come il primo pilota a diventare campione del mondo in moto e in auto, alla bella età di 75 anni si concede il lusso di stabilire un nuovo primato, essere il primo automobilista ad attraversare il tunnel della Manica su un'auto di serie. Martedì 17 novembre l'ex pilota di Formula 1 ha percorso i 50,5 chilometri del cosiddetto "Chunnel" che collega Folkestone, in Gran Bretagna, a Coquelles, in Francia.

Surtees si è messo al volante di una Ginetta G50EV, vettura elettrica artigianale inglese, per guidare a 50 km/h attraverso il tunnel di servizio ospitato fra i due tunnel principali riservati ai treni. L'impresa dell'inglese festeggia i 15 anni dell'Eurotunnel e contribuisce all'annuale Burlington Beaujolais Run che raccoglie fondi per la Richard Burns Foundation. In più viene offerta maggiore visibilità al marchio Ginetta, specializzato in kit car in scatola di montaggio e fondato nel 1957 dai quattro fratelli Walklett. Superata la crisi petrolifera dei primi anni Settanta e le rigorose norme antinquinamento e di sicurezza degli ultimi decennni, la piccola factory inglese continua a proporre le sue piccole sportive con carrozzeria in vetroresina.

In particolare la Ginetta G50EV si distingue dalla normale produzione dello stabilimento di Leeds per la propulsione elettrica fornita alle ruote posteriori dal motore a magneti permanenti alimentato da tre batterie. I dati dichiarati dal costruttore parlano di una velocità massima di 193 km/h e un'autonomia fino a 400 chilometri, più che sufficiente per attraversare in entrambe le direzioni il Canale della Manica sotto 45 metri di roccia e altrettanti d'acqua.

[Foto via Auto Week]

Autore:

Tag: Curiosità , record


Top