dalla Home

Mercato

pubblicato il 18 novembre 2009

PSA: 20% di plastiche verdi dal 2011

Entro il 2009 si salirà al 7%, al 13-14% entro il prossimo anno

PSA: 20% di plastiche verdi dal 2011

Le plastiche delle vetture del gruppo PSA Peugeot-Citroen saranno per il 20% di origine vegetale dal 2011 con l'obiettivo di ridurre il ricorso a materie derivate dal petrolio e quindi l'impatto ambientale. PSA ha individuato tre grandi famiglie di materie con elevate caratteristiche di eco-compatibilità, fondamentalmente si tratta però di polimeri che rappresentano, per l'appunto, il 20% di una moderna autovettura insieme al 70% di metallo, al 5% di materiali diversi come il vetro e altrettanto di fluidi.

Per rendere quei polimeri verdi, PSA ha già applicato e sta ulteriormente sviluppando materiali che derivano dal lino e dalla canapa, da sostanze non metalliche riciclate e da biomateriali. L'obiettivo non è confinato solo alla riciclabilità e alla natura biologica dei materiali, ma anche alla CO2 emessa nel processo produttivo che li riguarda e in vista dei costi di riciclaggio che, come è noto, è affidato ai costruttori grazie a una regola comunitaria. L'obiettivo è quello di portare la riciclabilità in peso all'85% e di riutilizzare un altro 10% per la produzione di energia.

Si tratta dunque di un lavoro articolato che coinvolge ovviamente anche i fornitori di parti, i laboratori di ricerca, le industrie chimiche e che riguarda veicoli già esistenti. Le nuove 5008 e 3008, ad esempio, hanno portato la percentuale di polimeri verdi al 7% e si prevede di passare al 13-14% già nel 2010 per poi raggiungere l'obiettivo finale nel 2011 del 20%.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Peugeot


Top