dalla Home

Mercato

pubblicato il 16 novembre 2009

Mercato auto Europa: a ottobre +11,2%

Continua la spinta degli incentivi. Si riducono le emissioni di CO2

Mercato auto Europa: a ottobre +11,2%

Gli incentivi statali varati dai governi europei continuano a spingere la domanda di auto nuove nel continente. Dopo un inizio anno difficile, le immatricolazioni nei 27 paesi dell'Ue (+ Efta, European Free Trade Association) sono salite ad ottobre dell'11,2% (1.263.305 unità) rispetto al 2008.

Gli eco-incentivi hanno consentito, inoltre, un netto miglioramento delle emissioni medie di CO2 in tutti i paesi europei interessati dal programma al rinnovo del parco. In Italia, ad esempio, dove in ottobre sono state immatricolate 195.545 nuove auto (+15,7%), sulla base di un'elaborazione effettuata dagli analisti dell'UNRAE, si è evidenziata una forte contrazione delle emissioni di CO2: i valori medi ponderati sulle immatricolazioni dei primi 10 mesi sono scesi da 145 a 137,2 g/km, con una flessione di 7,8 punti. Per questo, secondo Gianni Filipponi, direttore generale dell'UNRAE, "è opportuno prolungare le misure di rinnovo del circolante anche per il 2010, ampliando la platea delle vetture rottamabili con incentivo a tutte le Euro 2 presenti nel parco italiano".

In Francia, secondo quanto comunicato dall'ACEA (Associazione europea dei Costruttori di automobili), c'è stata una crescita del 20,3% (210.424 immatricolazioni) ed il governo ha già annunciato il rinnovo degli eco-incentivi alla rottamazione oltre il 31 dicembre, mentre, al fine di contenere il budget destinato agli eco-incentivi, sembra che verrà rivista la formula bonus-malus, varata per premiare i possessori di vetture con emissioni inferiori ai 120 g/km di CO2 e, quindi, più rispettose dell'ambiente. In Germania, anche se il fondo di 5 miliardi di euro messo a disposizione dal governo si è esaurito, c'è ancora una notevole parte dei 470.000 ordini raccolti da evadere e, come confermano i dati di ottobre, ci sono state 321.120 immatricolazioni (+24,1%). In Gran Bretagna, il mese di ottobre ha fatto registrare la più alta crescita dell'anno con 168.942 targhe (+31,6%). Inoltre, l'estensione del programma di eco-incentivi, che ha aggiunto altri 100 milioni di sterline allo stanziamento iniziale di 300 milioni, fa prevedere un forte finale di anno, favorito anche dalla decisione di riportare, da gennaio, l'IVA al 17,5% contro il 15% di quest'anno. In Spagna, dopo il crollo dei primi mesi dell'anno, in ottobre c'è stata la terza crescita consecutiva (98.202 immatricolazioni, +26,4%), dovuta all'avvio degli eco-incentivi varati dal governo, che prevedono anche il contributo delle Case e che sono stati già rinnovati per il 2010, oltre ad essere stati rafforzati da altri 40 milioni di euro messi in bilancio per coprire la parte finale del 2009.

Tra i costruttori, quello che ha registrato la crescita più significativa nell'Europa occidentale è stato Nissan (+62%, con 33.046 unità vs 20.403), seguito da Hyundai (+46,7%, con 23.290 vs 15.878) e Renault (+43,7%, con 127.710 vs 88.857). Il primato per il maggior numero di unità immatricolate spetta, tuttavia, ancora al Gruppo Volkswagen (250.306 unità contro le 228.580 del 2008, +9,5%), seguito da PSA, Peugeot-Citroen (162.738 vs 137.429, +18,4%) e Ford (123.033 vs 103.072, +19,4%). Al quarto posto per quantità di immatricolato si trova General Motors (100.712 vs 85.610, 17,6%) e al quinto il Gruppo Fiat, con 105.487 unità immatricolate contro le 89.391 dell'anno scorso (+18%). In particolare il marchio Fiat ha aumentato i volumi del 20,2%, Lancia del 13,1% e Alfa Romeo del 6,2%. Risultati particolarmentesignificativi sono stati ottenuti in tutti i principali mercati: in Germania i volumi del costruttore italiano sono cresciuti del 53,5%, nel Regno Unito del 117,3% e in Francia del 13,8%. Inoltre, secondo il Lingotto, la recente commercializzazione della Punto Evo in Francia e in Germania contribuirà a migliorare il livello di penetrazione del marchio, che è già molto conosciuto all'estero grazie a Punto, Panda e 500.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top